Cronaca Tribunali-Castellammare

Frigo e tritacarne alimentati abusivamente, arrestato il titolare di una macelleria al Capo

Un negoziante di 64 anni che gestisce una bottega nel mercato storico è stato accusato di furto aggravato. Al termine dei controlli dei carabinieri l'attività è stata sospesa perchè sprovvista dell'autorizzazione

I carabinieri durante i controlli nella macelleria

Banco per la carne e celle frigorifere allacciate abusivamente alla rete pubblica. I carabinieri hanno e i Nas hanno arrestato il 64enne F.P.G., titolare di una macelleria del Capo - della quale non è stato fornito il nome - con l’accusa di furto aggravato.

Utilizzava l’attrezzatura per la sua attività, tra cui le celle frigo, il banco congelatore e il tritacarne senza “ricadute” sulla bolletta. Nel corso dell’accertamento i militari del Nas hanno inoltre accertato la mancanza dell’autorizzazione e attuazione delle procedure di autocontrollo (Haccp).

Al titolare della macelleria è stata elevata una sanzione da 5 mila euro con annessa proposta, rivolta all’Asp di competenza, per la sospensione dell’attività in attesa dell’eventuale autorizzazione. Il 64enne è stato messo ai domiciliari in attesa del giudizio per direttissima al termine del quale è stato sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Controlli anche al Borgo Vecchio, dove è stato arrestato il gestore di un panificio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frigo e tritacarne alimentati abusivamente, arrestato il titolare di una macelleria al Capo

PalermoToday è in caricamento