rotate-mobile
Cronaca Monreale

Un magnete sul contatore della loro macelleria, arrestati due fratelli a Pioppo

Grazie a questo stratagemma sono riusciti ad abbattere i consumi del 90%. In manette un 32enne e un 26enne, titolari dell’attività in cui sono intervenuti i carabinieri con i tecnici dell'Enel

Si sono applicati autonomamente uno "sconto" del 90% sul consumo della luce grazie al trucco del magnete. Nei guai due fratelli di 32 e 26 anni, arrestati dai carabinieri di Pioppo con l’accusa di furto aggravato di energia elettrica. Con questo stratagemma sono riusciti a ingannare il contatore per risparmiare sulla bolletta della loro macelleria, di cui però non è stato fornito il nome. A scoprirlo sono stati gli stessi militari con l’aiuto di una squadra di tecnici dell’Enel. Per gli arrestati, titolari dell’attività commerciale, è stata disposta la citazione diretta in giudizio, con il giudice che ha convalidato l’arresto e disposto l’immediata liberazione. Il loro legale ha chiesto i termini per la difesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un magnete sul contatore della loro macelleria, arrestati due fratelli a Pioppo

PalermoToday è in caricamento