"Rubava l'energia per la sua pescheria", arrestato a Partinico

In manette il 39enne Francesco Di Falco, titolare dell'omonimo esercizio commerciale che si trova nel centro abitato. La manomissione del contatore gli ha permesso, secondo quanto accertato dai tecnici Enel, di ridurre i consumi del 78%

I carabinieri nella pescheria di Di Falco

Alimentava la sua pescheria sfruttando il cosiddetto "trucco del magnete". I carabinieri di Partinico hanno arrestato con l’accusa di furto aggravato di energia elettrica il commerciante 39 anni  Francesco Di Falco, già noto alle forze dell’ordine e titolare di un esercizio commerciale nel centro abitato del paese. Ad accertare l’illecito è stata una squadra di tecnici dell’Enel che, grazie alla loro strumentazione, ha verificato una riduzione dei consumi che gli ha fatto risparmiare molti soldi sulle bollette.

Con la manomissione del contatore elettrico "Di Falco - spiegano dal Comando - è riuscito a registrare un consumo di energia inferiore del 78% rispetto al dato reale a danno della società erogatrice". Su disposizione dell’autorità giudiziaria il commerciante (foto in basso) è stato sottoposto ai domiciliari in attesa del rito direttissimo a seguito del quale, dopo la convalida dell’arresto, è stato condannato a 8 mesi di reclusione (pena sospesa).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Incidente a Corleone, auto sbanda e finisce contro un albero: morto diciannovenne

Torna su
PalermoToday è in caricamento