Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Ruba la luce: arrestato titolare di un bar a Ballarò

In manette un 45enne: il contatore era nascosto all'interno di alcune casse di birra in una scatola nera. I carabinieri e il personale Enel hanno scoperto che all'interno dell'esercizio una linea illegale alimentava gran parte dei macchinari. Sequestrate anche le sigarette

Il materiale sequestrato dai carabinieri

Allaccia abusivamente alla rete elettrica pubblica il suo bar, a Ballarò. Con l’accusa di furto di energia il titolare, F.S., di 45 anni, è stato arrestato dai carabinieri. I militari, insieme ai tecnici dell’Enel hanno accertato che l’impianto elettrico del bar "La Giada" era alimentato indebitamente da un magnete al contatore elettrico, in modo da abbattere il costo dell'energia (oltre il 50% circa dei consumi reali).

Quando ha notato i carabinieri l'uomo, con una mossa fulminea, ha aperto la nicchia dove era custodito il contatore, nascondendolo all’interno di alcune casse di birra, sistemato sotto al misuratore, in una scatola nera. Il magnete, recuperato dai militari, è stato così sequestrato: serviva ad alimentare illecitamente l’illuminazione e i macchinari del bar, come la macchinetta del caffè, il banco frigo e due congelatori. Portato in caserma il titolare del bar è stato quindi arrestato. Dopo la convalida dell’arresto, è stato condannato a sei mesi di reclusione (pena sospesa). Poi è stato rimesso in libertà. Dovrà pagare una multa di 200 euro, oltre al risarcimento all'Enel.

Ma i militari hanno riscontrato un'altra anomalia: a seguito della perquisizione del locale, hanno trovato un ingente quantitativo di tabacchi di svariate marche per un peso complessivo di 34 chili, senza le previste autorizzazioni per la vendita. Le bionde sono state sequestrate. L'uomo è stato anche denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione, vendita e detenzione senza autorizzazione di tabacchi lavorati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba la luce: arrestato titolare di un bar a Ballarò

PalermoToday è in caricamento