Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Uditore-Passo di Rigano / Via Salvatore Sangiorgi

Tentano furto in casa all'Uditore: arrestato topo d'appartamento, caccia al complice

Un cittadino ha visto alcuni strani movimenti all’interno di un immobile di via Sangiorgi e ha chiamato la polizia. All'arrivo delle volanti i ladri sono scappati a piedi lasciando lì lo scooter. Il proprietario del mezzo è stato rintracciato a casa e trovato con ancora gli indumenti descritti dal residente

(foto d'archivio)

Avevano preso di mira un appartamento ed erano anche riusciti ad entrare, ma la chiamata di un vicino ha mandato in fumo i loro piani. La polizia ha arrestato nella notte un ragazzo di 23 anni accusato del tentato furto in un immobile di via Sangiorgi, nella zona dell’Uditore. Il giovane topo d’appartamento, residente nella zona di via Perpignano, è stato portato in commissariato per accertamenti in attesa dell’udienza di convalida di questa mattina che si è concluso con un patteggiamento.

Secondo una prima ricostruzione due ladri avrebbero forzato una finestra riuscendo ad accedere all’interno di un’abitazione in fase di ristrutturazione per rubare varie martelletti, trapani e attrezzature edili. Un residente, sentendo rumori anomali provenienti da quella casa che avrebbe dovuto essere vuota, ha preso il telefono e ha chiamato il numero unico d’emergenza chiedendo l’intervento delle volanti.

L’arrivo delle volanti dei commissariati Zisa e Libertà ha messo in allerta i ladri che sono stati costretti a fuggire e lasciare lo scooter utilizzato per raggiungere l’obiettivo. Grazie ai riscontri forniti dalla banca dati gli investigatori sono riusciti a risalire all’indirizzo di casa del proprietario del ciclomotore. La perquisizione ha dato esito positivo: gli indumenti indossati dal ragazzo erano gli stessi descritti da chi aveva assistito all'intrusione.

Questa mattina il 23enne è stato portato in tribunale per essere giudicato con il rito direttissimo. Il gip ha disposto per il giovane - con piccoli precedenti di polizia - la messa alla prova con i servizi sociali per un periodo complessivo pari a 2 anni. Indagini in corso per cercare di rintracciare il complice che è riuscito a fare perdere le proprie tracce approfittando del buio della notte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano furto in casa all'Uditore: arrestato topo d'appartamento, caccia al complice

PalermoToday è in caricamento