rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Bagheria

Indagato per rapina evade da comunità, arrestato davanti alla moglie e al figlio

In carcere un catanese di 36 anni che si era allontanato dal centro "Casa dei giovani" di Bagheria, catturato dopo le indagini in una palazzina a Riposto. A rintracciarlo i carabinieri del Nucleo radiomobile

E’ evaso da una comunità terapeutica ma, dopo aver cercato di far perdere le proprie tracce, è stato catturato davanti alla moglie e al figlio piccolo. I carabinieri hanno arrestato e rinchiuso in carcere il 36enne catanese Giovanni Piacente (nella foto a destra), fuggito dalla “Casa dei giovani” di Bagheria dove si trovava recluso perché indagato per il reato di rapina aggravata.

Giovanni Piacente-2Lo scorso 10 giugno i militari del Nucleo radiomobile lo avevano intercettato in via Wrzì, nel quartiere Picanello, a bordo di una Fiat Multipla. “Piacente - spiegano dal Comando provinciale - vedendo i carabinieri è fuggito a folle velocità, abbandonando poco dopo la macchina e dileguandosi a piedi nel reticolo di strade del quartiere".

I carabinieri non si sono arresi e hanno approfondito alcuni elementi d’indagine, facendo irruzione all’alba della scorsa domenica in una palazzina di via Marco Polo, a Riposto, nella frazione di Torre Archirafi. In uno degli appartamenti posti al primo piano l’evaso si era nascosto assieme alla moglie e al figlio. Al termine delle formalità di rito il 36enne è stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagato per rapina evade da comunità, arrestato davanti alla moglie e al figlio

PalermoToday è in caricamento