Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca Montepellegrino / Via Brigata Aosta

"Se suonano gli sbirri mi devi avvisare", arrestato 31enne con la droga in casa

E' successo in via Brigata Aosta, dove si trova il "palazzo di ferro". In manette Francesco Paolo Avvenimenti, tradito dal rimprovero fatto alla madre in presenza della polizia. Aveva 16 grammi di crack e 11 "dosi" pronte da spacciare

Via Brigata Aosta (foto archivio)

“Maaa, ti ho detto quando suonano gli sbirri mi devi avvisare subito che butto tutte cose”. Con questa frase rivolta in dialetto alla madre un 31enne si è tradito di fronte ai poliziotti che hanno finto di volere controllare il fratello agli arresti domiciliari. Gli agenti del commissariato Libertà hanno arrestato Francesco Paolo Avvenimenti in via Brigata Aosta, la piccola stradina dove si trova l’ormai noto “palazzo di ferro”. Per lui l’accusa è quella di detenzione di sostanze stupefacenti.

Durante un’attività di controllo i poliziotti hanno notato la presenza del 31enne in strada, davanti alla sua abitazione. Nell’arco è stato avvicinato più volte da persone estranee che, dopo un breve contatto, si scambiano qualcosa con lui e andavano via. “Essendo chiaro che si trattasse di scambio droga-denaro - spiegano dalla Questura - gli agenti hanno deciso di effettuare una perquisizione domiciliare in casa di Avvenimenti”.

Per non allarmare il giovane la polizia ha effettuato alcuni accertamenti nella stanza da letto dei due fratelli provocando stupore e disappunto nel 31enne. Avvenimenti a quel punto se l’è presa con la madre con un rimprovero che somigliava a una confessione: “Maaa, ti rissi ca quannu soninu i sbirri, m’avvisari subitu ca ietttu tutti i cosi”. E infatti gli agenti hanno trovato nel suo armadio, dentro un bicchiere di plastica, 16 grammi di crack, 11 dosi già confezionate e 50 euro. Il 31enne è stato arrestato e messo ai domiciliari.

Dal giorno della sparatoria avvenuta a inizio gennaio, che sarebbe maturata per una questione di "corna, le forze dell'ordine hanno tenuto sotto costante controllo la strada arrestando diversi presunti pusher. L'11 gennaio sono finiti in manette in due dopo essere stati trovati in possesso di cocaina. Appena nove giorni dopo è toccato a un ventenne, sorpreso con alcune dosi in tasca.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Se suonano gli sbirri mi devi avvisare", arrestato 31enne con la droga in casa

PalermoToday è in caricamento