menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sperone, via padre Spoto trasformata in centrale dello spaccio: in manette un 19enne

Il giovane aveva nascosto lungo la strada varie dosi di droga in posti facilmente raggiungibili per essere scambiate col denaro degli acquirenti. Dopo alcuni appostamenti, gli agenti del commissariato Brancaccio lo hanno arrestato. Gli stupefacenti sono stati recuperati

Aveva trasformato via padre Francesco Spoto - allo Sperone - in una centrale dello spaccio, disseminando e nascondendo varie dosi di droga in posti facilmente raggiungibili per essere scambiate col denaro degli acquirenti. Con l'accusa di spaccio di stupefacenti, la polizia ha arrenstato un 19enne palermitano: L.M.S. le sue iniziali.

Gli agenti del commissariato Brancaccio lo hanno notato, durante alcuni appostamenti. Quando gli agenti sono intervenuti, dopo aver proceduto all’arresto del giovane, hanno recuperato la droga che era nascosta al di là di un muro di cinta e sotto alcune vetture parcheggiate, all’interno di cilindri metallici, attaccati alla parte bassa del motore attraverso apposite calamite. 

Complessivamente, sono state sequestrate 18 dosi di crack e 25 di hashish, per un peso complessivo nel caso dell’hashish, di 15 grammi. Gli assuntori sono stati segnalati alla Prefettura e tutti, compreso il giovane arrestato sono stati sanzionati per la violazione delle disposizioni di contenimento sociale anti “covid 19”. Sono in corso delle indagini per risalire alla provenienza dello stupefacente.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento