menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Eugenio Gulizzi, 36 anni, mentre esce dal Commissariato in manette

Eugenio Gulizzi, 36 anni, mentre esce dal Commissariato in manette

Noce, in casa oltre 2 chili di hashish nascosti nei palloncini colorati: arrestato

In manette Eugenio Gulizzi, 36 anni. I poliziotti lo hanno visto in strada, vicino alla sua abitazione, nonostante fosse sottoposto alla misura della sorveglianza speciale. Poi la perquisizione e le manette

Palloncini colorati gonfi non di aria ma di hashish. La polizia ha arrestato ieri pomeriggio il pluripregiudicato Eugenio Gulizzi (36 anni) con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Nella sua abitazione, in zona via Serradifalco, sono stati sequestrati 25 panetti di stupefacente per un peso complessivo di 2,6 chili.

VIDEO: LE IMMAGINI DELL'ARRESTO

Gli agenti del commissariato Zisa-Borgo Nuovo stavano passando vicino casa sua a bordo di un’auto civetta. Hanno notato Gulizzi, già sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Palermo, mentre chiacchierava con alcuni giovani. “Dopo essersi accorto della presenza dei poliziotti - spiegano dalla Questura - si è diretto verso il portone di casa sua e lo ha chiuso frettolosamente, mentre i ragazzi che erano con lui si sono allontanati facendo perdere le proprie tracce".

GULIZZI_Eugenio-2Così, alla luce dell’atteggiamento ritenuto sospetto, gli agenti hanno deciso di effettuare un’approfondita perquisizione domiciliare. Gulizzi (nella foto a destra) si sarebbe mostrato sin da subito teso e agitato. "I controlli - aggiungono dalla Questura - hanno dato esito positivo. In un box contenitore, nascosto nella parte posteriore di un armadio, c’erano 2,6 chili di hashish suddivisi in 25 panetti, 20 dei quali custoditi all’interno di palloncini di plastica colorati".

Trovato nell’abitazione anche un bilancino di precisione. Il 36enne palermitano, condotto in Commissariato, è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio e indagato in stato di libertà per la violazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno. Gulizzi è stato quindi rinchiuso in carcere al Pagliarelli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Indagini in corso per ricostruire l’intera filiera dello spaccio e la destinazione finale dello stupefacente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento