rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca Zen

Zen, sposta il letto in cucina per fare spazio a una piantagione di marijuana

Nuove accuse per Marcello Di Maria, arrestato nell'ambito dell'operazione dei carabinieri Teseo. Per sfruttare ogni centimetro quadrato per la sua coltivazione si era trovato "costretto" a dormire vicino ai fornelli

Aveva utilizzato ogni centimetro quadrato della sua abitazione per coltivare marijuana, tanto da trovarsi “costretto” a spostare il letto dalla camera alla cucina. A scoprirlo sono stati i carabinieri durante la perquisizione in casa di Marcello Di Maria, 53 anni, arrestato insieme ad altre ventitré persone nell’ambito dell’operazione Teseo che è servita a smantellare una banda (LEGGI I NOMI) attiva nello spaccio di stupefacenti allo Zen.

Arresti per droga allo Zen, trovate armi e droga: scattano i sequestri
LEGGI ANCHE: BARATTI, BINOCOLI E DROGA DAVANTI AI BAMBINI

Di Maria aveva allestito una coltivazione indoor, con lampade alogene e termometri automatici per cambiare la temperatura. Sono 87 le piante di marijuana trovate, tutte alte più di un metro. Per questa ragione Di Maria dovrà rispondere all'autorità giudiziaria dei reati di di coltivazione di sostanza stupefacente e furto di energia elettrica. L’impianto, infatti, era collegato abusivamente alla rete elettrica che gli forniva l'energia necessaria per alimentare le lampade, ognuna delle quali con un consumo da 10 kilowatt/ora.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zen, sposta il letto in cucina per fare spazio a una piantagione di marijuana

PalermoToday è in caricamento