menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La cocaina rinvenuta nella "botola" segreta

La cocaina rinvenuta nella "botola" segreta

Viaggiava con un chilo di cocaina nell’auto, corriere arrestato dopo una telefonata

Nei guai un 26enne, Antony Fernandez, sorpreso alla rotonda di via Oreto a bordo di una Fiat Idea. In un vano ricavato sotto il tappetino anteriore, lato conducente, c'era nascosto lo stupefacente del valore di 100 mila euro

Intercettata un’auto carica di droga dopo una telefonata arrivata al 112. I carabinieri hanno arrestato un 26enne incensurato, Antony Fernandez (nella foto in basso), con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella segnalazione anonima qualcuno aveva parlato di una Fiat Idea, preparata per occultare e trasportare un chilo di cocaina, del valore di 100 mila euro, da Brancaccio alle altre zone della città.

Ricevuta la telefonata i carabinieri hanno piazzato una serie di posti di blocco per delimitare l’area e dopo circa un’ora l’operazione ha dato i suoi frutti. “Un primo controllo sull’auto non dava alcun esito - spiegano dal Comando - ma l’atteggiamento teso e scostante del fermato ha insospetto gli agenti che a quel punto hanno approfondito gli accertamenti". Una minuziosa perquisizione dell’auto ha fatto emergere una serie di modifiche, apportate ad alcune parti dell’abitacolo e della tappezzeria.

“Sotto un tappetino è stata scoperta una sorta di ‘botola’ coperta da una lastra d’acciaio tappezzata. Al suo interno - aggiungono i carabinieri - è stato rinvenuto un chilo di cocaina, confezionata sottovuoto e avvolta in una camera d’aria”. Sopra è stata notata una sigla che potrebbe collegare questo carico di cocaina ad una grossa partita di stupefacente. Il giovane, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato tradotto al carcere Pagliarelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento