menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri durante l'analisi dello stupefacente in laboratorio

I carabinieri durante l'analisi dello stupefacente in laboratorio

Dieci grammi di "coca" in casa, a fiutarli il cane antidroga Mike: un arresto alla Zisa

In manette il ventiduenne Giovanni Rosselli, che custodiva lo stupefacente in camera sua all'interno di una busta sigillata. Le analisi di laboratorio sullo stupefacente ne hanno evidenziato l'alto grado di purezza

Trovati in camera di un giovane 10 grammi di cocaina grazie al fiuto del cane antidroga Mike. I carabinieri hanno arrestato il ventiduenne palermitano Giovanni Rosselli, residente in zona Zisa, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Lo stupefacente, analizzato in laboratorio, a contatto con il reagente ha subito cambiato colore evidenziando il suo alto grado di purezza.

I carabinieri della stazione di Altarello-Baida, supportati da quelli della Cio del XII battaglione Sicilia, avevano notato un strano viavai in via Calojra. Così sono entrati nell’abitazione del giovane, dove il pastore tedesco di 3 anni in forza al Nucleo cinofili di Palermo-Villagrazia ha subito sentito l’odore dello stupefacente custodito all’interno della camera da letto.

Giovanni Roselli-2Le indicazioni fornite da Mike hanno permesso di rivenire una busta sigillata contenente i 10 grammi di cocaina, che al termine dell’operazione sono stati sequestrati. Il giovane (nella foto a destra), su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato fermato e ammanettato: dopo la convalida dell’arresto è stato sottoposto ai domiciliari in attesa del regolare processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento