Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Mafia e scommesse, sfugge alla cattura ma viene arrestato a Malta

In manette Diomiro Alessi, 33enne di Partinico, accusato di associazione a delinquere finalizzata all'esercizio della raccolta illegale di scommesse. Sarebbe stato il referente maltese di due aziende riconducibili a Benedetto Bacchi

Gli arresti dell'operazione ”Game Over"

Era sfuggito alla cattura ma la polizia maltese lo ha rintracciato per poi eseguire un mandato di arresto europeo. In manette è finito Diomiro Alessi, 33enne originario di Partinico, coinvolto nell’operazione “Game over” condotta dalla Squadra Mobile e dallo Sco di Roma che hanno sgominato un’organizzazione a capo della quale ci sarebbe stato Benedetto Bacchi che avrebbe gestito una rete di agenzie di scommesse considerata illegale. L’inchiesta ha riguardato trenta persone accusate a vario titolo associazione per delinquere di tipo mafioso, riciclaggio, truffa, impiego di denaro di provenienza illecita, illecita concorrenza con violenza o minaccia, trasferimento fraudolento di valori.

Operazione "Game over", perquisizioni e sequestri:
"Game over", notte di perquisizioni | VIDEO

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori Alessi sarebbe il referente aziendale, a Malta, degli indagati Bacchi e Antonio Lo Baido, con cariche amministrative nelle società maltesi B.L. Man Limited e Dodoone Limited.  "Emerge inizialmente come personal joker - si legge nell’ordinanza di custodia cautelare - occupandosi prevalentemente della gestione delle attività attinenti alla propria rete. In seguito si è rivelato essere un soggetto in grado di assolvere a problematiche inerenti alle attività informatiche provvedendo alla creazione degli ‘accessi in remoto’ occupandosi della gestione delle quote e della conduzione della rete on line di gioco, assumendo un ruolo più prestigioso alle dipendenze dell'azienda del Baacchi presso gli uffici maltesi dell'azienda”.

Bacchi, il re delle scommesse che voleva conquistare Palermo

Il 33enne, nei cui confronti era stata disposta l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, era riuscito a fare perdere le proprie tracce. Acquisita la notizia che si trovava nel territorio di Malta, l’autorità giudiziaria ha emesso un mandato di arresto europeo e sono stati attivati i competenti canali di collaborazione, tramite la Divisione "Si.re.ne." del Servizio di cooperazione internazionale di polizia. Ieri mattina Alessi è stato rintracciato a Malta e catturato. A metà febbraio sono state dissequestrate cinque agenzie di scommesse alle quali erano stati apposti i sigilli poichè considerate riconducibili a Ninì Bacchi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia e scommesse, sfugge alla cattura ma viene arrestato a Malta

PalermoToday è in caricamento