Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Una vita da latitante, i carabinieri lo trovano in un B&B a Casteldaccia

In manette Ciro Giuseppe Restivo, che negli anni aveva fatto il cuoco e altri lavoretti. Nonostante fosse irreperibile e ricercato dalle forze dell’ordine dal 2016 avrebbe commesso un errore, quello di prenotare telefonicamente una stanza in un bed & breakfast

Sapeva che prima o poi sarebbe stato arrestato e per questo, probabilmente, si era trasferito all’estero dove avrebbe trascorso gli ultimi anni facendo il cuoco e altri lavoretti. Nonostante fosse irreperibile e ricercato dalle forze dell’ordine avrebbe commesso un errore, quello di prenotare telefonicamente una stanza in un bed & breakfast di Casteldaccia. I carabinieri hanno arrestato ieri sera Ciro Giuseppe Restivo, 64enne nato a Ventimiglia di Sicilia ma residente a Bagheria, che adesso dovrà scontare una pena pari a 7 anni e 3 mesi per rapina, ricettazione e maltrattamenti.

I precedenti di Restivo, figlio di un ristoratore di Ventimiglia, risalgono già al 1994. A partire da quell’anno l’uomo è stato indagato nel tempo per frode e truffa, prima di decidere di cambiare vita e trasferirsi nel 2004 a Monaco di Baviera, in Germania, e a Praga, Repubblica Ceca, tre anni dopo. L’ultimo reato contestatogli dalla Procura riguarda un episodio di rapina e ricettazione tra Bagheria e Misilmeri risalente al 2008. Per anni avrebbe vissuto con la consapevolezza che forse sarebbe stato catturato e giudicato per i reati a lui contestati, ma malgrado ciò avrebbe comunque deciso di raggiungere Casteldaccia.

I carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Bagheria, dopo la prenotazione fatta al B&B, hanno ricevuto un alert e hanno predisposto un appostamento davanti alla struttura ricettiva. Gli investigatori, con la foto del cuoco 64enne tra le mani e il provvedimento di esecuzione pena datato 2016, hanno atteso che arrivasse a destinazione e lo hanno riconosciuto. Dopo aver chiesto rinforzi i militari lo hanno fermato e hanno perquisito la sua stanza. L’uomo non avrebbe fatto resistenza e si sarebbe lasciato ammanettare prima di essere accompagnato in una cella del carcere Cavallacci di Termini Imerese per scontare la sua pena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita da latitante, i carabinieri lo trovano in un B&B a Casteldaccia

PalermoToday è in caricamento