menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brancaccio, va in giro con l'auto e due chili di cocaina durante il coprifuoco: arrestato

I finanzieri hanno fermato un 41enne di Partinico che non ha saputo spiegare la sua presenza nel quartiere a quell'ora. Dopo il sequestro dello stupefacente, i militari hanno perquisito casa sua trovando altri 13 grammi della stessa sostanza

Si aggirava per le strade di Brancaccio quando il coprifuoco era ormai già scattato. Una volta fermato per un controllo ha iniziato da subito a tradire un certo nervosismo, non trovando spiegazioni plausibili sulla sua presenza in quel posto e a quell’ora. La guardia di finanza ha arrestato nei giorni scorsi un 41enne di Partinico, I.G., fermato a bordo di un’auto sulla quale stava trasportando 2,3 chili di cocaina appena acquistata o da consegnare.

L’episodio risale alla notte tra il 30 e il 31 marzo scorsi. I finanzieri del Comando provinciale stavano eseguendo un servizio per verificare il rispetto degli obblighi previsti dalla normativa legata all’emergenza sanitaria quando hanno fermato l’auto del 41enne. Il successivo controllo ha permesso di rinvenire due panetti sottovuoto contenenti la cocaina, uno dei quali riportava una scritta sulla superficie: "Lambo".

La perquisizione dell'abitazione dell'uomo ha permesso di trovare e sequestrare altri 13 grammi di coca nascosti all’interno di una casacca sportiva riposta in un armadio. Lo stupefacente, sottolineano le fiamme gialle, una volta immesso sul mercato avrebbe potuto fruttare al dettaglio una somma pari a circa 150 mila euro. Il 41enne è stato quindi arrestato in flagranza e portato al carcere Pagliarelli in attesa di ulteriori disposizioni.

"Continua incessante l’attività della guardia di finanza - si legge in una nota ufficiale inviata dal Comando provinciale - a contrasto dei traffici illeciti, per la tutela della sicurezza economico finanziaria dei cittadini, mantenendo alta la guardia rispetto al fenomeno del traffico di stupefacenti, primaria fonte di finanziamento anche della locale criminalità organizzata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento