menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Armi, maschere e targhe sequestrate ai rapinatori

Armi, maschere e targhe sequestrate ai rapinatori

Maschere di carnevale e auto a noleggio per una rapina, arrestato carinese

In manette un siciliano di 32 anni e un pugliese di 41 che hanno colpito un supermercato in provincia di Piacenza. I carabinieri li hanno fermati su un'Alfa Giulietta dopo un inseguimento

Hanno agito con determinazione i due banditi che nel pomeriggio del 4 febbraio hanno preso d’assalto, armati di pistola, il supermercato IN’S di Pontenure, in provincia di Piacenza. Puntando l’arma alla cassiera, intorno alle 18,30, si sono fatti aprire le casse e consegnare 1.300 euro. I due, uno dei quali originario di Carini, sono stati però arrestati dai carabinieri del Nucleo radiomobile di Fiorenzuola che li hanno intercettati durante la fuga a bordo di una Alfa Giulietta che avevano preso a noleggio e alla quale avevano sostituito le targhe.

rapina 3-4Fondamentale, per la riuscita dell’operazione, l’accortezza del personale del supermercato che ha fornito al 112 il numero di targa dell’auto in fuga sulla via Emilia, verso Fiorenzuola (nella foto a destra). "A questo punto - spiegano i carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola insieme al comandante provinciale Corrado Scattarretico - è scattato il piano antirapina lungo le principali arterie della Valdarda, che ha visto coinvolti anche gli agenti dell’Unione Valnure per gli accertamenti sull’auto in fuga".

L’auto dei malviventi, intercettata alla Felina di Fiorenzuola, è stata bloccata dopo un inseguimento ad Alseno (GUARDA VIDEO). Nel vano portaoggetti i carabinieri trovano subito la maschera di carnevale usata dal bandito che è entrato nel supermercato, il denaro e due armi: una finta senza tappo rosso e l’altra vera, una calibro 7,65 proveniente probabilmente dall'Europa dell’est.

"Sospettiamo che i due arrestati siano autori di altre rapine", dicono i carabinieri riferendosi ai due pregiudicati. Uno è E.Z., 41enne originario del Leccese, e l’altro è il 32enne E.V., nato a Carini. La perquisizione nelle loro abitazioni ha permesso di trovare denaro probabilmente riconducibile ad altri colpi analoghi. Ora sono nel carcere di Piacenza "Le Novate" con l'accusa di rapina aggravata, ricettazione, detenzione e porto abusivo di armi (Fonte: FiorenzuolaToday-IlPiacenza)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento