rotate-mobile
Cronaca

Arresto cardiaco, corso di primo soccorso del Rotary all’Ics Renato Guttuso di Carini

Fornite le nozioni basilari sia per interventi sui bambini che sugli adulti

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Si è svolto, nei locali dell'istituto comprensivo Renato Guttuso di Carini, guidato dal dirigente scolastico Valeria La Paglia, il corso BLS-D tenuto dai formatori Pietro Leto e Maria Francesca Franco promosso dalla Commissione BLSD del Distretto 2110 del Rotary International presieduta da Goffredo Vaccaro con la collaborazione del Rotary Club Palermo Montepellegrino, presieduto da Antonio Fundarò. Il corso, aperto a 12 membri dell'istituzione scolastica, scelti tra docenti e personale Ata (presenti due docenti dell'istituto comprensivo Calderone di Carini, presieduto dal dirigente scolastico Claudia Notaro), ha fornito le nozioni basilari su interventi di primo soccorso sia a livello pediatrico che per adulti. Il corso si è articolato in due parti: teorica e pratica. Una valutazione finale ha accertato le competenze raggiunte.

"Il personale scolastico - ha commentato La Paglia - ha avuto, inoltre, la possibilità di fare pratica sia sulla respirazione cardiopolmonare che sull'utilizzo del defibrillatore semiautomatico. Un grazie particolare al Rotary Club Palermo Montepellegrino per essersi attivato per consegnare all'istituto questo indispensabile corso di formazione". Come spiegato dal relatore, BLSD è l’acronimo di Basic Life Support Defibrillation. In tutto il mondo identifica le manovre da compiere per intervenire in caso di arresto cardiaco. L’arresto cardiaco improvviso (o morte cardiaca improvvisa) è un evento che colpisce nel mondo occidentale centinaia di migliaia di persone ogni anno. Sapere come intervenire, saper utilizzare il defibrillatore in caso di bisogno, aumenta in modo significativo le possibilità di sopravvivenza e nei sopravvissuti riduce drasticamente l’insorgenza di danni cerebrali permanenti.

Il relatore Pietro Leto ha illustrato a docenti e personale Ata le corrette modalità da adottare per fronteggiare una situazione di emergenza in cui una persona, con ridotte o nulle funzioni vitali, può essere assistita in attesa dei soccorsi. Particolare attenzione è stata rivolta all’uso del defibrillatore e all’importanza che questo presidio può assumere nel salvare la vita, in seguito ad eventi improvvisi. “Un particolare grazie a Goffredo Vaccaro, a tutta la Commissione Distrettuale al Distretto 2110 per avere accolto la richiesta del nostro Club e ai due formatori, eccezionali e davvero molto competenti, per, ancora una volta, avere divulgato la cultura della vita, del servizio, della prossimità all’altro che sono i veri punti di forza del Rotary International” ha commentato il presidente del Club Rotary Palermo Montepellegrino Antonio Fundarò.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresto cardiaco, corso di primo soccorso del Rotary all’Ics Renato Guttuso di Carini

PalermoToday è in caricamento