rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Partinico

Partinico, imprenditore del vino arrestato per bancarotta: "Accumulati debiti per 25 milioni"

Ai domiciliari Leonardo Costantino, 52 anni, amministratore di tre società attive nel settore vitivinicolo. Secondo la guardia di finanza, oltre a non avere presentato bilanci e documenti fiscali, avrebbe spostato alcune somme a scapito di una delle imprese poi fallita per 600 mila euro

Avrebbe amministrato le sue tre imprese, attive nel settore vitivinicolo, facendone fallire una e accumulando un’esposizione debitoria di circa 25 milioni di euro. Con queste accuse la guardia di finanza ha arrestato e messo ai domiciliari un imprenditore di Partinico, Leonardo Costantino, 52 anni, amministratore di tre imprese ora indagato per i reati di bancarotta fraudolenta distrattiva e documentale.

Stando ai risultati dell’attività investigativa del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Palermo-Gruppo tutela mercato capitali, Leonardo Costantino, avrebbe mandato in fallimento una delle società per una somma complessiva pari a 600 mila euro. "Omettendo altresì - si legge in una nota - la presentazione di bilanci e documentazione fiscale per ostacolare la ricostruzione delle operazioni".

"L’odierna operazione eseguita dalla guardia di finanza, coordinata dalla Procura di Palermo, si inserisce nel quadro delle linee strategiche dell’azione del Corpo volte a rafforzare l’azione di contrasto ai fenomeni di illegalità economico-finanziaria connotati da maggiore gravità, nonché all’aggressione dei patrimoni dei soggetti dediti ad attività criminose, al fine di tutelare gli imprenditori onesti che operano nel rispetto della legge".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partinico, imprenditore del vino arrestato per bancarotta: "Accumulati debiti per 25 milioni"

PalermoToday è in caricamento