menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una delle armi sequestrate dai carabinieri

Una delle armi sequestrate dai carabinieri

Aveva in casa pistole, scacciacani e proiettili da guerra: arrestato ventunenne

I carabinieri hanno perquisito la sua abitazione dopo aver notato alcuni atteggiamenti sospetti. In uno stanzino c'era un'arma a salve modificata, mentre nel magazzino il resto del suo piccolo arsenale

Custodiva in casa una pistola a salve modificata, un proiettile parabellum e altro munizionamento da guerra. I carabinieri hanno arrestato Gabriele Corrao (21 anni) che, alla vista dei carabinieri, aveva provato a nascondere il suo piccolo arsenale. Dopo una breve tappa in carcere al Pagliarelli e la convalida da parte dell’autorità giudiziaria, il giovane è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

I militari, che lo seguivano da giorni, hanno notato un comportamento anomalo: tutte le volte che la gazzella passava sotto casa sua e lui si trovava in balcone, tornava rapidamente all’interno del suo appartamento. E così è scattato il blitz. “In uno stanzino dell’ultimo piano - spiegano dal Comando provinciale - i carabinieri hanno trovato una pistola a salve modificata: nella parte anteriore era stato saldato un tubo di circa 10 centimetri che doveva servire per fare uscire i 4 proiettili calibro 32 trovati all’interno del tamburo”.

Gabriele Corrao-2Nel magazzino utilizzato da Corrao (nella foto a destra), invece, è stato trovato un proiettile 9x19 parabellum e altro munizionamento da guerra. La perquisizione eseguita dai militari della compagnia San Lorenzo ha permesso di sequestrare anche due bilancini di precisione, materiale vario per il confezionamento dello stupefacente, una dose di cocaina, marijuana e un’altra pistola scacciacani, ovvero una riproduzione di una Beretta 92Fs in dotazione alle forze di polizia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento