Cronaca Ciaculli

Ciaculli, sequestrati in un maneggio un fucile e una carabina: un arresto

In manette un 49enne. Il fucile, un calibro 12 marca Beretta, è risultato essere parte del bottino di una rapina messa a segno nel 2015 a Misilmeri. L'arma è stata inviata ai carabinieri del Ris di Messina per gli accertamenti balistici

La carabina e il fucile sequestrati a Ciaculli

Custodiva un fucile da caccia calibro 12, marca Beretta, in un maneggio in zona Ciaculli. I carabinieri della stazione Acqua dei Corsari hanno arrestato un 49enne, E.P., per detenzione illegale di armi e munizionamento. Da accertamenti, spiegano dal Comando provinciale, è risultato che il fucile fosse parte del bottino di una rapina messa a segno nel 2015 a Misilmeri.

Oltre all’arma da caccia, inviata al laboratorio del Ris di Messina per gli accertamenti balistici, i militari hanno rinvenuto e sequestrato una carabina ad aria compressa della quale dovrà essere verificata l’effettiva potenza. Questa tipologia di carabina infatti può essere venduta liberamente a patto che non superi i 7,5 joule. Il 49enne è stato sottoposto ai domiciliari in attesa del giudizio per direttissima presso il tribunale di Palermo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciaculli, sequestrati in un maneggio un fucile e una carabina: un arresto

PalermoToday è in caricamento