Ciaculli, sequestrati in un maneggio un fucile e una carabina: un arresto

In manette un 49enne. Il fucile, un calibro 12 marca Beretta, è risultato essere parte del bottino di una rapina messa a segno nel 2015 a Misilmeri. L'arma è stata inviata ai carabinieri del Ris di Messina per gli accertamenti balistici

La carabina e il fucile sequestrati a Ciaculli

Custodiva un fucile da caccia calibro 12, marca Beretta, in un maneggio in zona Ciaculli. I carabinieri della stazione Acqua dei Corsari hanno arrestato un 49enne, E.P., per detenzione illegale di armi e munizionamento. Da accertamenti, spiegano dal Comando provinciale, è risultato che il fucile fosse parte del bottino di una rapina messa a segno nel 2015 a Misilmeri.

Oltre all’arma da caccia, inviata al laboratorio del Ris di Messina per gli accertamenti balistici, i militari hanno rinvenuto e sequestrato una carabina ad aria compressa della quale dovrà essere verificata l’effettiva potenza. Questa tipologia di carabina infatti può essere venduta liberamente a patto che non superi i 7,5 joule. Il 49enne è stato sottoposto ai domiciliari in attesa del giudizio per direttissima presso il tribunale di Palermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento