Cronaca Misilmeri

Simulavano il furto di Porsche e Ferrari per truffare le assicurazioni, 3 arresti e 13 indagati

Tre vanno ai domiciliari, coinvolti anche un carabiniere e un poliziotto. Una volta incassati i risarcimenti le auto rubate venivano rivendute con targhe e documenti nuovi grazie a qualche concessionario compiacente

Avevano escogitato un piano quasi perfetto per riciclare mezzi rubati, simulandone il furto e truffando anche le assicurazioni, così da ottenere i risarcimenti per auto di lusso come Ferrari e Porsche. Ci sono anche un poliziotto e un carabiniere tra le sedici persone coinvolte nell’inchiesta ribattezzata “Dirty cars”. I carabinieri questa mattina hanno eseguito un’ordinanza di misura cautelare con cui il gip ha disposto gli arresti domiciliari per Antonino (25 anni), Carmelo (30) e Gaetano Cangemi (31). Obbligo di dimora o di presentazione alla polizia giudiziaria per altri 13 indagati.

Le indagini coordinate da un pool di magistrati sotto la direzione del procuratore aggiunto Ennio Petrigini sono state avviate nell’aprile del 2017. I carabinieri della compagnia di Misilmeri avevano messo gli occhi su alcune auto rubate a Napoli ma rinvenute nella provincia di Palermo. Dietro, ricostruiscono dal Comando provinciale, c’era un gruppo di persone che "acquistava auto di lusso o di tendenza, come Porsche e Ferrari, le intestava alle cosiddette ‘teste di legno’ e le assicurava anche con l’utilizzo di sistema satellitare, per sviare qualunque sospetto". In questo momento scattava il meccanismo che prevedeva la simulazione del furto delle auto e la relativa denuncia alle forze dell’ordine.

Una volta ottenuti i risarcimenti dalle compagnie assicurative, le macchine venivano magicamente ritrovate, immatricolate con targhe e documenti di circolazione "puliti" e messe nuovamente sul mercato grazie alla collaborazione di  qualche concessionario compiacente. Gli indagati sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata a furto, riciclaggio di auto di lusso e truffa in danno ad assicurazioni poste in essere tra Palermo e Villabate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simulavano il furto di Porsche e Ferrari per truffare le assicurazioni, 3 arresti e 13 indagati

PalermoToday è in caricamento