menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Albano, l'ufficio postale di via Lombardi

Albano, l'ufficio postale di via Lombardi

Albano, truffano gli anziani con falsi diamanti: arrestati due palermitani

In manette Alfonso Rasa, residente a Pomezia, e Francesco Arizzi. Sono stati seguiti e catturati dopo aver raggirato un anziano per portargli via qualche migliaio di euro. Entrambi dovranno lasciare la Capitale

Una truffa vera e propria ai danni di ignari pensionati di Albano. E' quanto gli agenti di polizia del locale commissariato diretto dal dottor Domenico Sannino hanno scoperto. Le vittime venivano attirate con l'espediente vantaggioso dell'acquisto di pietre preziose a prezzi notevolmente inferiori rispetto a quelli di mercato. In manette sono finiti i due palermitani, Alfonso Rasa, 41enne residente a Pomezia, e Francesco Arizzi, di 65 anni, accusati di truffa aggravata e "invitati" a lasciare la Capitale con un foglio di via.

LE INDAGINI - Gli investigatori, dopo le numerose denunce ricevute, hanno ricostruito il modus operandi nonché i luoghi in cui le vittime venivano adescate. Dopo una breve indagine, quindi, sono stati predisposti dei servizi di osservazione nel centro storico di Albano, in particolare presso l'ufficio postale di via Lombardi.

LA TRUFFA - Nel fine settimana la tenacia dei poliziotti è stata ripagata. Il 65enne, successivamente raggiunto dal "collega" truffatore di 41 anni, ha avvicinato un anziano in un vicolo del centro. Dopo aver conversato per alcuni istanti i due hanno iniziato a mostrare all'anziano alcuni oggetti prelevati da un sacchetto. Intuito cosa stesse accadendo, i poliziotti hanno seguito a distanza ogni movimento dei tre, sino a quando i malintenzionati hanno fatto salire a bordo della loro auto l'ignara vittima e l’hanno accompagnata all'ufficio postale.

CATTURATI - Qui, sempre sotto l'occhio vigile degli investigatori, l'anziano seguito dai due balordi è andato allo sportello per prelevare del denaro. Una volta usciti dall'ufficio postale i due truffatori sono stati bloccati dagli agenti. Nelle loro tasche sono stati trovati diversi finti diamanti e una lente di ingrandimento di quelle solitamente usate dai gioiellieri.

FALSI DIAMANTI - La vittima, accompagnata in Commissariato, ha dichiarato di essere stato avvicinato dai due uomini che in cambio di poche migliaia di euro,gli avrebbero ceduto alcuni diamanti, a loro dire, del valore superiore a 15mila euro. Gli arrestati sono stati riconosciuti come gli autori di altri colpi messi a segno, insieme ad un terzo complice del quale sono in corso le ricerche. Dai riscontri avuti dalla Scientifica, i truffatori risultano essere i responsabili di decine di colpi effettuati in varie regioni d'Italia sempre in danno di persone anziane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento