Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Partanna-Mondello / Via Domenico Russo

Partanna, due fratelli scippano anziana: per lei tre costole rotte

A notare la scena un carabiniere fuori servizio che è riuscito ad annotare la targa del mezzo e avvisare la sala operativa. Arrestati i due giovani: avevano con se la borsa della vittima ed un oggetto utilizzato per coprire la targa dello scooter

Lo scooter con la targa coperta utilizzato per lo scippo

I fratelli si sa, condividono tutto. Dalle amicizie alle uscite, dagli affetti alle…rapine. I carabinieri hanno arrestato due fratelli, G.R (24 anni) e A.R (26 anni) responsabili di uno scippo nei confronti di una donna di 79 anni avvenuta ieri in via Domenico Russo. L'anziana stava passeggiando tranquillamente quando i due l'hanno avvicinata a bordo di uno scooter portandole via la borsa. Ma un carabiniere fuori servizio è riuscito ad annotare la targa permettendo ai colleghi di mettersi sulle loro tracce. A seguito della caduta la vittima ha riportato la frattura scomposta di tre costole.

La donna si trovava a passeggiare nei pressi di Partanna - spiegano le forze dell'ordine - quando i due fratelli hanno deciso di tentare il colpo. Dopo essersi affiancati con lo scooter, uno dei due ha afferrato la borsa facendo cadere la donna per terra. Ma a rovinare i loro piani un carabiniere fuori servizio, che è riuscito a prendere nota della targa del mezzo avvisando prontamente la centrale operativa. Subito dopo ha soccorso la signora che, inizialmente, ha rifiutato di essere trasportata in ospedale. Ma dopo aver formalizzato la denuncia in caserma, la donna ha cominciato a sentire forti dolori al petto. Così i carabinieri l'hanno accompagnata al pronto soccorso dell'ospedale Ingrassia dove è le stata riscontrata la frattura scomposta della quinta, settima e ottava costola sinistra, giudicata guaribile in 30 giorni.

Nel frattempo alcune gazzelle si sono lanciate all'inseguimento dei due fratelli, trovandoli non lontani dal luogo dello scippo. Avevano ancora con se la borsa della vittima, all'interno della quale c'erano i documenti, 110 euro in contanti nonché il resto della spesa appena fatta. La refurtiva è stata restituita alla 79enne. Nel vano portaoggetti dello scooter, i due conservavano un oggetto utilizzato per coprire la targa durante gli assalti, confiscato insieme al mezzo. Entrambi gli arrestati, su disposizione dell'autorità giudiziaria, sono stati portato al carcere Ucciardone. Si indaga per accertare se i due siano responsabili di altri colpi eseguiti con lo stesso modus operandi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partanna, due fratelli scippano anziana: per lei tre costole rotte

PalermoToday è in caricamento