Cronaca Tribunali-Castellammare / Foro Italico Umberto I

Foro Italico, vanno con una prostituta e poi la rapinano: arrestati

In manette due giovani che, dopo aver consumato un rapporto sessuale con una ragazza romena, le hanno rubato il cellulare prima di darsi alla fuga. Ma la donna è riuscita a segnare il numero di targa, facendoli intercettare dai carabinieri nei pressi di viale Regione

Prostituta rapinata al Foro Italico: due arresti (foto archivio)

Prima vanno con una prostituta, poi la riaccompagnano nel sul angolo di marciapiede e le rubano il cellulare. Polizia e carabinieri hanno arrestato due giovani, L.C.C.R. (20 anni) ed il minorenne D.P.V., per una rapina aggravata in concorso ai danni di una romena avvenuta nei pressi del Foro Italico. La ragazza, però, è riuscita a segnare il numero di targa dell'auto utilizzata dai due giovani fornendo alle forze dell'ordine un dettaglio che ha permesso di rintracciarli e fermarli nei pressi di viale Regione siciliana.

Sono passate da poco le ore 2, quando nella centrale operativa dei carabinieri arriva la segnalazione di una rapina nel lungomare palermitano. Giunta sul posto una pattuglia, la donna ha raccontato agli agenti di essere stata avvicinata da due ragazzi, a bordo di una vettura rossa, che dopo aver pagato si sono appartati con lei in un luogo poco distante da lì. "Prima di essere accompagnata - spiegano la polizia - i due giovani le avrebbero chiesto con un pretesto di prendere il cellulare, strappandoglielo dalle mani mentre scendeva dalla vettura e dandosi alla fuga. Ma la romena - concludono - è riuscita ad appuntare il numero di targa ed avvisare le forze dell'ordine". Risaliti al proprietario dell'auto, genitore di uno degli arrestati, il giovane è stato contattato dai carabinieri che gli hanno così intimato di tornare a casa.

Nel frattempo, però, una pattuglia dei militari ha percorso il tragitto che ipoteticamente i due giovani avrebbero fatto per tornare a casa, trovando l'auto nei pressi di viale Regione siciliana. Dopo un breve inseguimento la vettura è stata fermata e i due hanno subito ammesso le proprie responsabilità, aggiungendo di aver venduto poco prima il cellulare in un mercato rionale per la modica cifra di 15 euro. Alla luce dei fatti entrambi sono stati arresati. Il minore è finito presso l'istituto di pena "Malaspina", mentre l'amico è stato condotto nelle camere di sicurezza in attesa della direttissima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foro Italico, vanno con una prostituta e poi la rapinano: arrestati

PalermoToday è in caricamento