rotate-mobile
Cronaca Malaspina / Via Arrigo Boito

Via Arrigo Boito, assalto a un Caf: rapinatori arrestati dopo la fuga

Dopo due giorni di indagini la polizia è risalita ai presunti responsabili. Fondamentale il numero della targa del motociclo utilizzato per il colpo e annotato da un passante. Sono stati catturati sotto casa di uno dei due banditi, dove gli agenti si erano appostati

Catturati dopo un colpo andato male e mentre tornavano a casa. La polizia ha arrestato due uomini, B.C. (43 anni) e P.S. (45 anni), ritenuti responsabili dell’assalto al Caf “Fenapi” di via Arrigo Boito risalente a due giorni fa. Gli uomini della Squadra mobile li hanno attesi sotto l’abitazione di uno dei due, alla quale erano risalti grazie alla targa annotata da un passante subito dopo il tentativo di rapina.

I malviventi erano entrati nei locali di via Arrigo Boito convinti di trovare al suo interno del denaro. Uno dei due era entrato a sondare il terreno, cercando di tranquillizzare l’impiegata in servizio nella struttura chiedendole informazioni. Poco dopo è entrato il complice. “Insieme hanno immobilizzato la donna, strattonandola con violenza, chiedendole insistentemente - spiegano dalla Questura - dove fossero custoditi i soldi e facendo intendere di essere armati”.

Alla risposta negativa dell’impiegata i due hanno cominciato a cercare nervosamente in tutti i cassetti, rovistando anche nella borsa della donna. Ma non avendo trovato alcun bottino i due sono fuggiti a bordo di un motociclo. Per loro sfortuna un passante è riuscito a scorgere la targa del mezzo e a fornirlo agli investigatori. Un elemento fondamentale per il loro arresto, che ha permesso ai poliziotti di piazzarsi sotto casa del 45enne, in zona Falsomiele.

“Essendo emersi elementi di reità a carico dei due si è proceduto al loro all’arresto”, aggiungono dalla Questura. I due sono stati reclusi nel carcere Pagliarelli, mentre gli agenti della Sezione contrasto al crimine diffuso proseguono con le indagini. L’obiettivo è quello di accertare se oltre dieci episodi di rapina consumati negli ultimi mesi, e con le stesse modalità operative, possano essere riconducibili ai due arrestati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Arrigo Boito, assalto a un Caf: rapinatori arrestati dopo la fuga

PalermoToday è in caricamento