menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La droga sequestrata dai carabinieri

La droga sequestrata dai carabinieri

Furti, droga e allacci abusivi: dieci arresti a Ferragosto

Controlli dei carabinieri nella provincia di Palermo. Cinque persone, tra cui una donna, sono finite in manette per spaccio. Tre sedicenni sorpresi in via Settembrini mentre tentavano di svaligiare un supermercato

I controlli dei carabinieri non si sono fermati nemmeno a Ferragosto. Un blitz nel palermitano ha portato al sequestro 28 grammi di cocaina, 150 grammi di hashish e 181 di marijuana. Inoltre sono stati sventati furti, fermati una cinquantina di ragazzi sorpresi alla guida in stato d'ebrezza o sotto l'effetto di stupefacenti. In tutto sono dieci le persone arrestate dai militari.

Due fratelli C.S. e I.S. di 32 e 26 anni insieme a L.G. di 38 anni sono stati arrestati in flagranza di reato nei pressi di corso Calatafimi per possesso ai fini di spaccio di diversi tipi di sostanze stupefacenti. Dopo un inseguimento i tre sono stati bloccati dai carabinieri della compagnia di Monreale e perquisiti. Nella biancheria intima di C.S. sono stati ritrovati sia 2 grammi di hashish, che una busta bianca contenente 18 grammi di cocaina, suddivisi in sedici involucri di cellophane, pronti per essere spacciati al dettaglio per Ferragosto.

Agli arresti domiciliari, invece, F.C., 19 anni, che nella notte del 14 agosto è stato fermato a Capaci. Tra i fermati anche una donna palermitana, G..D.F. di 39 anni, che nonostante fosse agli arresti domiciliari per spaccio, è stata intercettata fuori dalla propria abitazione con 72 grammi di hashish. La donna è stata portata al Pagliarelli.

Nella notte del 14 agosto tre sedicenni sono stati sorpresi mentre stavano tentando di svaligiare il magazzino del supermercato “Conad” di via Settembrini. Colti proprio mentre cercavano di manomettere la saracinesca, sono stati portati subito al carcere minorile del Malaspina. Arrestato anche A.V., 43 anni, residente a Bolognetta, sempre per il reato di furto. Dietro le sbarre anche E.J.P. e M.L.D. per evasione dai domiciliari.

Nella notte del 13 agosto invece sono finite in manette due persone che, creando un impianto elettrico abusivo, sono stati accusate di truffa e furto di energia elettrica: F.M., 49 anni, e S.C., 72 anni. I carabinieri della stazione di Altofonte svolgendo dei normali controlli hanno scoperto che gli appartamenti dei due erano alimentati abusivamente: quindi si è accertata l'assenza di contatori che registrassero i consumi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento