Cronaca

Rapine in banca nel milanese, arrestata banda di palermitani

Viaggiavano con documenti falsi, aprivano varchi nel muro, minacciavano e legavano i dipendenti per poi svuotare le casse forti. Sono accusati di associazione a delinquere finalizzata alle rapine pluriaggravate e ai sequestri di persona. Proseguono le indagini

Le immagini di una rapina riprese dalla videosorveglianza

Banda di palermitani all'assalto di diverse banche nel milanese. Dalla Sicilia partivano alla volta della Lombardia, dove rapinavano in trasferta diversi istituti di credito. Per questo i carabinieri di Monza, in collaborazione con i colleghi di Palermo, hanno arrestato quattro palermitani, un agrigentino e denunciato altre due persone. Le accuse sono di associazione a delinquere finalizzata alle rapine pluriaggravate e ai sequestri di persona (GUARDA IL VIDEO). I provvedimenti sono stati emessi dal Gip di Monza, su richiesta della Procura della Repubblica che ha coordinato le indagini, nei confronti dei palermitani Antonino Pipitone (37 anni), Natale Caravello (40 anni), Benito Lo Re (33 anni) e Ignazio Randazzo (61 anni), oltre a Calcedonio Grimaldi (50 anni), originario di Casteltermini (Agrigento).

I rapinatori utilizzavano diversi mezzi per raggiungere la Lombardia, e quando prendevano l'aereo utilizzavano nomi e documenti falsi. Per entrare all'interno degli istituti di credito all'orario di chiusura, i malviventi creavano dei varchi nel muro perimetrale dell'edificio. Una volta all'interno, a volto coperto e vestiti tutti allo stesso modo, minacciavano i dipendenti e si facevano aprire la cassaforte. Poi legavano gli impiegati con delle fascette di plastica. Dopo alcuni degli interventi, i carabinieri hanno analizzato i tabulati del traffico telefonico, riuscendo così ad individuare i componenti del sodalizio criminale.

Tutti, eccetto uno, erano stati arrestati in flagranza di reato il 7 febbraio del 2014 poco prima di assaltare l'agenzia della Banca Agricola Mantovana di Buccinasco. Adesso nei confronti dei malviventi sono state contestate altre tre rapine commesse nel 2013 in provincia di Milano. In particolare gli investigatori hanno fatto luce sui colpi del 24 giugno, nell'agenzia di Intesa San Paolo a Cusano Milanino, del 12 luglio al Credito Artigiano Valtellinese di Bresso e del 16 settembre nella Banca Popolare di Milano di Senago. Le due persone indagate a piede libero, congiunti di uno degli arrestati, si sarebbero recate a Milano per recuperare la refurtiva e trasferirla successivamente in Sicilia. Indagini sono in corso per risalire ad altri eventuali complici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapine in banca nel milanese, arrestata banda di palermitani

PalermoToday è in caricamento