menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Un tuo amico ha bisogno di soldi", estorsione da 50 mila euro: presi 4 palermitani

La vittima è un giovane professionista bolognese, "spremuto" dalla banda per settimane, con ripetute minacce. Fino al blitz dei carabinieri

Hanno avvicinato un libero professionista dicendogli che un suo amico d'infanzia era in carcere e aveva bisogno di soldi per uscire. Quattro palermitani, tutti con precedenti penali alle spalle, sono finiti in manette, a Bologna, dopo un blitz eseguito dai carabinieri. In totale sono scattati 6 arresti. Si tratta di un’intera famiglia palermitana, con padre e due figli, due generi (uno napoletano), e un vecchio conoscente della vittima. Da giorni stavano spremendo il professionista, 28 anni, minacciandolo di morte. I presunti estorsori avevano messo in piedi un piano studiato meticolosamente. La banda era riuscita a estorcere oltre 50 mila euro.

Il primo contatto tra il professionista e gli autori dell’estorsione è avvenuto l’11 aprile. Un blitz nell'ufficio della vittima. I malviventi chiedono i soldi "perché bisogna pagare l’avvocato". Un'operazione da chiudere in fretta perché "l'amico è a rischio per problemi con gente pericolosa del Sud Italia". L’uomo appare interdetto, spiega loro che può fare ben poco, ma per tutta risposta i palermitani gli dicono d’essere appena usciti dal carcere. Intimorito, accetta di vederli l’indomani. Si presenta con 1.300 euro per tenerli buoni ma non basta. Scatta dunque la minaccia: “Vuoi che qualcuno si faccia male? Sappiamo dove abiti e conosciamo la tua famiglia". 

Il professionista consegna loro 30 mila euro nel parcheggio di un ospedale con la speranza che sia finita. Ma i palermitani alzano il tiro e pretendono un prestito di 20 mila euro. Il bolognese viene accerchiato. "Sparagli - gli dicono - chiudilo in un sacco e buttalo da qualche parte". La posta sale ancora. Fino a quando, il 29 aprile, il bolognese ha deciso di denunciare la banda. Così sera i carabinieri sono intervenuti a un appuntamento per la consegna del denaro, organizzato nella periferia del capoluogo emiliano. Dopo un inseguimento i componenti della banda sono stati arrestati. Il provvedimento, per rapina e estorsione, dovrà ora essere convalidato dal Gip.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento