Rubano cinquanta chili di noci a Santa Cristina Gela: arrestati

Tre "compagni di merenda" si sono introdotti in un terreno di proprietà privata per fare razzia di frutta secca dagli alberi. A notarli i carabinieri di Piana degli Albanesi, che hanno poi trovato parte della refurtiva caricata su un'auto

Santa Cristina Gela, carabinieri nel luogo del furto di noci

Hanno divelto un cancello per introdursi in una proprietà privata e rubare 50 chili di noci. I carabinieri della stazione di Piana degli Albanesi hanno arrestato in flagranza di reato P.C.L. (41 anni), G.L.C. (48) e l'incensurato S.G. (29). I tre ladri sono stati sorpresi dopo che avevano caricato gran parte della refurtiva su un'auto, probabilmente per poi rivenderla illegalmente nei mercatini rionali.

I militari stavano svolgendo un servizio di controllo del territorio per il contratto dei furti nelle contrade isolate, quando hanno colto in flagrante i tre "compagni di merenda". "Sono stati notati in un podere - spiegano i carabinieri - all'interno del quale si erano introdotti dopo aver divelto la recinzione perimetrale. Lì sono stati visti mentre portavano via noci dagli alberi piantati".

L'intero caricato è stato recuperato e restituito al legittimo proprietario, dopo aver presentato denuncia in Caserma. Per i tre predatori, giudicati ieri con rito direttissimo, è stato convalidato l'arresto. In attesa del processo, in programma per il prossimo 5 novembre, il giudice ha stabilito che P.C.L. e G.L.C. venissero sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento