Cronaca Bonagia / Via Rossa Guido

Bonagia, centro sportivo razziato da tre giovanissimi: arrestati

A rovinare il piano dei baby criminali, fra cui due minori, una segnalazione ai carabinieri. Con tronchese e bastoni si erano aperti un varco in una finestra, portando poi via qualunque tipo di oggetto trovato all'interno della struttura di via Guido Rossa

Il sopralluogo dei carabinieri al centro sportivo di Bonagia

Avevano deciso di razziare un centro sportivo a Bonagia, ma una segnalazione gli ha rovinato tutti i piani. I carabinieri hanno tratto in arresto tre giovani, A.G. (19 anni) e due minorenni, sorpresi mentre portavano via oggetti di ogni genere dall'istituto polisportivo di via Guido Rossa. Con tronchese e bastone si erano creati un varco in una finestra, prima entrare nel centro e portare via sedie, tappeti elastici ed altro materiale utilizzato dai ragazzi della zona. Non è il primo episodio avvenuto in questa struttura, il cui responsabile si è visto anche incendiare l'auto dichiarando poi: "Forse diamo fastidio".

I tre giovani avevano pianificato il colpo con l'intenzione di approfittare del buio della notte. E così, poco dopo la mezzanotte, si sono diretti verso l'obiettivo "armati di tronchese e bastoni di legno - spiegano i carabinieri - probabilmente utilizzati per rompere la grata in ferro posta a protezione della finestra". Grazie ad una telefonata giunta alla centrale operativa, però, sul posto sono arrivati presto i carabinieri che hanno notato tre persone che trasportavano oggetti vari facendoli passare sotto il muro di cinta.

Dopo aver fermato i tre è stato contattato il responsabile della struttura per fare un sopralluogo e capire cosa avessero portato via i giovani ladri. Fra la merce trovata e restituita c'erano sedie in legno, rastrelli da giardinaggio, un tappeto elastico, due spiaggine per bambini, cinque palloni, due secchi di plastica, venti pistole in plastica ad acqua, una busta di palloncini gonfiabili, una pompa elettrica ad aria e vari prodotti di cancelleria. I minori sono stati accompagnati presso il "carcere minorile" Malaspina, mentre il terzo è stato giudicato per direttissima e rimesso in libertà in attesa del prossimo processo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonagia, centro sportivo razziato da tre giovanissimi: arrestati

PalermoToday è in caricamento