rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Furti di rame a Comiso, danno da 400 mila euro: arrestati tre romeni e un palermitano

I quattro indagati sono accusati di avere rubato, nel 2020, quintali di rame ai danni di Enel distribuzione. Solitamente, ricostruiscono dalla polizia, raggiungevano l'obiettivo di notte, facevano razzia di "oro rosso" fino all'alba e trasportavano le matasse a un ricettatore a Palermo

Avrebbero messo a segno diversi colpi nel Ragusano riuscendo a rubare quintali di rame da portare poi a un ricettatore palermitano. Gli agenti del commissariato di polizia di Comiso hanno arrestato e portato in carcere tre romeni e il palemitano G.V.. Sono accusati a vario titolo di furto e ricettazione per alcuni episodi registrati nel 2020 da e-distribuzione spa per un danno complessivo di circa 400 mila euro.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori i ladri partivano di sera da Riesi, nel Nisseno, e raggiungevano l’obiettivo a bordo di una sola auto. In alcune occasioni però avrebbero utilizzato anche macchine prese a noleggio. Una volta arrivati a destinazione due si occupavano di raccogliere il rame mentre un terzo, all'alba, recuperava matasse da 50-60 chili ciascuna e le portava a G.V., ricettatore palermitano di 31 anni.

Durante l’attività investigativa sono stati recuperati e sottoposti a sequestro circa mille chili di rame. Gli indagati sono stati arrestati e portati in carcere a Palermo (Pagliarelli), Caltanissetta e Agrigento (Petrusa). Con il provvedimento firmato dal giudice per le indagini preliminari è stata disposta anche la misura cautelare dell’obbligo di dimora per un quinto indagato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti di rame a Comiso, danno da 400 mila euro: arrestati tre romeni e un palermitano

PalermoToday è in caricamento