Cronaca Libertà / Via Toselli Pietro Maggiore

Ladri di biciclette, auto e moto: tre arresti e tre denunce nel weekend

Da San Lorenzo al centro storico la polizia è riuscita a sventare tre diversi colpi. Fermati 2 giovani che avevano appena svitato i bulloni di una vettura sollevata col crick. Un minore è stato bloccato dopo aver tranciato le catene di due biciclette

Intervento della polizia (foto archivio)

Weekend movimentato per la polizia che nel fine settimana ha sventato tre furti di auto, moto o biciclette. Durante le operazioni di prevenzione controllo del territorio i poliziotti hanno arrestato tre persone e denunciate altrettante con l'accusa di furto aggravato, ricettazione e porto d'arnesi da scasso. Nel primo caso i poliziotti hanno arrestato M.G., 26 enne pluripregiudicato del quartiere Zen, beccato poco dopo aver fatto il "colpo". Il giovane è stato notato mentre viaggiava sul motociclo, con fare sospetto, lungo viale Strasburgo. Gli agenti lo hanno immediatamente bloccato, appurando che il mezzo in questione fosse quello appena rubato in via Aldisio. Dopo essere stato portato all'Ucciardone, l'autorità giudiziaria lo ha sottoposto a sorveglianza speciale con obbligo di firma presso la polizia giudiziaria.

Un altro giovanissimo è stato arrestato in via Catania, sorpreso ad armeggiare vicino ad un'autovettura. L.B., 21 anni, si trovava in compagnia di un complice minorenne quando è stato visto dai poliziotti mentre cercava di allontanarsi con fare disinvolto. Una volta fermati, gli agenti hanno potuto notare che le mani dei due fossero sporche di grasso, confermando l'ipotesi che i due stessero "operando" su qualche automobile. Lì vicino gli agenti hanno trovato una vettura adagiata su un crick. I due avevano già svitato tutti i bulloni delle ruote del lato destro, pronte per essere portate via. Trovati inoltre chiavi inglesi e cacciavite. Accertata la flagranza del reato, L.B. è stato arrestato e messo agli arresti domiciliari, mentre il minore è stato deferito in stato di libertà prima di essere consegnato al genitore.

Un altro minore è stato tratto in arresto in via Maggiore Toselli. Il giovane è stato beccato vicino a due bici di cui aveva già tranciato le catene. Una volta fermato, il responsabile del tentato furto non è riuscito a giustificare la sua presenza in quel luogo, ammettendo così la propria colpevolezza. Il ragazzo, su disposizione del pubblico ministero del tribunale dei minori, è stato condotto presso il centro di rieducazione Malaspina.

L'ultimo è un caso di ricettazione di motociclo. A finire in manette è stato il 33enne B.M., fermato in via Santuario Cruillas dalla polizia dopo aver rubato un motociclo con la complicità di un minore. L'uomo, una volta notati gli agenti, ha cercato di allontanarsi alla svelta dileguandosi al fianco del giovane che viaggiava su un altro scooter. Fermato per un controllo, le forze dell'ordine hanno appurato che il mezzo coincidesse con quello segnalato dalla centrale operativa. Il 33enne è stato denunciato per ricettazione, mentre il complice per porto abusivo di arnesi da scasso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri di biciclette, auto e moto: tre arresti e tre denunce nel weekend

PalermoToday è in caricamento