Cronaca Montegrappa-Santa Maria di Gesù / Via Gustavo Roccella

Rubano furgone e chiedono riscatto da 5 mila euro a imprenditore: 2 arresti

In carcere Antonino Noto e Salvatore Casamento. Secondo quanto ricostruito dalla Squadra Mobile furono loro a portare via il mezzo in via Gustavo Roccella, per poi picchiare e minacciare di morte i dipendenti

Hanno tentato di estorcere 5 mila euro in contanti a un imprenditore, costringendolo a pagare per riavere il furgone che gli era stato rubato. Gli uomini della Squadra Mobile hanno eseguito due provvedimenti di custodia cautelare in carcere, emessi dal gip su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, nei confronti di Antonino Noto (34 anni) e Salvatore Casamento (32), ritenuti responsabili dei reati di furto ed estorsione aggravata. (LE IMMAGINI DELL'ARRESTO/VIDEO)

All’imprenditore, titolare di una ditta di distribuzione di beveraggi, era stato rubato un mezzo durante uno scarico merce in via Gustavo Roccella. I dipendenti che stavano utilizzando il furgone, in un secondo momento, lo ritrovarono vicino a largo Medaglie d’Oro, nella zona del Villaggio Santa Rosalia. Dopo il rinvenimento i due sarebbero stati picchiati e minacciati di morte dai due arrestati di oggi, i quali riferirono che per la restituzione l’imprenditore avrebbe dovuto versare loro la somma di 5 mila euro.

"A seguito della denuncia presentata - spiegano dalla Questura - è stata avviata un’intensa attività investigativa, basata sia su servizi tecnici di riscontro fotografico sia su servizi dinamici sul territorio, che ha consentito alla Squadra Mobile di rinvenire e restituire ai legittimi proprietari il furgone oggetto di appropriazione fraudolenta e di raccogliere numerosi elementi di prova riguardo l’effettiva esistenza di comportamenti legati al reato di estorsione".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano furgone e chiedono riscatto da 5 mila euro a imprenditore: 2 arresti

PalermoToday è in caricamento