rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Bagheria

Cocaina nascosta in una giacca e nelle tubature del water: scattano due arresti

Il blitz della polizia a Bagheria: bloccato il proprietario di un immobile per detenzione ai fini di spaccio. Indagato per favoreggiamento un operaio che era con lui e che secondo l'accusa stava realizzando lavori non autorizzati. Sequestrati in casa altri 300 grammi di coca, un bilancino e oltre mille euro

Avrebbe provato a disfarsi di una giacca lanciandola oltre il muro di casa, ma dentro c’erano quasi 80 dosi di cocaina mentre altri 300 grammi erano nascosti in bagno, dentro le condutture dei sanitari e nel cestino della spazzatura, insieme a un bilancino di precisione e a oltre mille euro. La polizia ha arrestato a Bagheria due persone: si tratta di un uomo di 28 anni, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, e di un operaio di 53 anni, accusato invece di favoreggiamento. La questura non ha fornito le loro generalità.

"Gli agenti del commissariato di Bagheria, riannodando i fili di un'indagine svolta sulle strade del grosso centro della provincia ed alla ricerca di verifiche investigative su delega della Procura di Termini, sono giunti vicino a un appezzamento di terreno in cui sorgeva una costruzione abitata da un pregiudicato bagherese", spiega la polizia in una nota. Ipotizzando che l'uomo avesse trasformato la sua abitazione in un centro per la produzione e lo smistamento di droga, i poliziotti hanno monitorato l'immobile in attesa di procedere con una perquisizione.

Il primo ostacolo da superare: le alte mura perimetrali poste a difesa dell'immobile. I poliziotti sono riusciti a individuare un punto d'osservazione comodo, notando "la presenza - si legge ancora nella nota - due operai intenti a lavorare e la scomposta reazione dei due che, dopo aver sentito suonare il campanello, si è allontanato verso la parte opposta all'ingresso e ha lanciato una giacca oltre il muro". Dentro il capo d’abbigliamento, come poi accertato, c'erano 78 dosi di cocaina.

Successivamente è stato perquisito anche l’edificio in cui risultava domiciliato il nucleo familiare dell’uomo di 28 anni poi arrestato. "In questo caso - specificano dalla polizia - sono stati recuperati e sequestrati oltre 300 grammi di cocaina che erano stati abilmente occultati lungo le condutture dei sanitari e dentro il cestino della spazzatura, in bagno. Sequestrati inoltre un bilancino di precisione, numerosi cellulari e la somma di circa 1.300 euro".

Durante la perquisizione gli investigatori hanno inoltre sequestrato, con il supporto della polizia municipale di Bagheria, un'edificazione ritenuta abusiva. Si trattava di una struttura, distante alcuni metri dall'abitazione principale, in fase di realizzazione ma senza le necessarie autorizzazioni. Indagini sono in corso per risalire ad eventuali complici e per chiarire a quali piazze di spaccio sarebbe stato destinato lo stupefacente sequestrato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina nascosta in una giacca e nelle tubature del water: scattano due arresti

PalermoToday è in caricamento