menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il materiale sequestrato nel box di via Villa Florio

Il materiale sequestrato nel box di via Villa Florio

Stretta sui pusher, "dosi" pure ai minorenni: quattro arresti tra Palermo e Partinico

Fermati a Ballarò due giovani trovati con 120 grammi di hashish al seguito. In manette anche un 21enne, sorpreso con quasi un centinaio di grammi tra "fumo" e marijuana in un box, dove era stato registrato uno strano viavai di giovani

Pusher nella morsa delle forze dell’ordine, quattro arresti tra Palermo e Partinico. Sono finiti in manette due giovani, fermati a Ballarò e trovati in possesso di 120 grami di hashish. Si tratta di L.S., 21enne di Cefalù, e G.T., 20enne di Castelbuono, sorpresi dai carabinieri del Nucleo operativo di piazza Verdi. Dopo la perquisizione personale lo stupefacente rinvenuto è stato sequestrato e inviato nei laboratori del Lass dei carabinieri di Palermo.

Un altro giovane spacciatore è stato arrestato dai carabinieri della stazione Olivuzza. I militari, notando uno strano viavai nei pressi di un box, si sono appostati nei pressi di via Villa Florio, dove alcuni giovani si erano soffermati pochi minuti per poi allontanarsi frettolosamente. A quel punto gli agenti hanno deciso di fare irruzione all’interno di quei locali, dove sono stati trovati e perquisiti tre giovani. Uno di loro, V.G. (21 anni), ha dovuto consegnare una latta dove erano custoditi un bilancino elettronico, 26 grammi di marijuana suddivisi in “dosi”, altri 5 grammi in una busta trasparente e un panetto di hashish da 50,7 grammi. In un portacolori giallo, invece, 410 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività illecita. Il giovane, arrestato e giudicato per direttissima, è stato poi rimesso in libertà.

L’ultimo arresto è stato fatto a Partinico dove i carabinieri hanno fermato un 36enne, F.V., sorpreso a cedere una busta contenente marijuana a un minorenne. I militari hanno assistito a tutta la scena decidendo di intervenire dopo la consegna dello stupefacente e dei contanti. Nelle tasche dello spacciatore i soldi della "dose" appena venduta. Dopo la perquisizione domiciliare in casa del 36enne sono state rinvenute altre 15 "dosi" per un peso complessivo di 18 grammi, oltre a vario materiale utile per il confezionamento. L’uomo è stato arrestato e accusato di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti con l'aggravante della cessione a minori ed è stato sottoposto agli arresti domiciliari su disposizione dell’autorità giudiziaria, mentre il minore è stato segnalato alla Prefettura di Palermo quale assuntore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento