rotate-mobile
Cronaca Casteldaccia

Droga, otto arresti tra Casteldaccia e Palermo: sequestrato anche un "libro mastro" con cifre e nomi

E' scattato all'alba il blitz dell'operazione "Cristallo" condotta dai carabinieri della Compagnia di Bagheria. Tre indagati vanno in carcere, cinque ai domiciliari. Avrebbero gestito la piazza di spaccio consentendo ai clienti di acquistare e pagare in un secondo momento. Chi non lo faceva veniva minacciato e picchiato

Compravano grosse quantità dii hashish, marijuana, cocaina e crack per rivenderle al dettaglio, a volte direttamente nelle loro abitazioni a Casteldaccia casa. Per fidelizzare i clienti gli consentivano anche di prendere la droga e pagarla in un secondo momento, ma chi non saldava i debiti rischiava minacce e pestaggi. I carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare con cui il gip di Termini, su richiesta della Procura, ha disposto il carcere per tre indagati e i domiciliari per altre cinque persone.

Le indagini dell’operazione denominata Cristallo sono state avviate a novembre 2021 e sono durate solo sei mesi. I militari della Sezione operativa della compagnia di Bagheria, tra intercettazioni e appostamenti, sono riusciti a ricostruire i ruoli e le “tecniche” adottate per vendere stupefacenti nel tentativo di non essere scoperti. Le investigazioni si sono sviluppate attraverso l’attività d’intercettazione affiancata dal monitoraggio e osservazione delle varie fasi dello spaccio, con l’ausilio di telecamere nei luoghi destinati alla vendita e cessione, con puntuali riscontri su strada”, spiegano dal Comando.

Libro mastro operazione Cristallo

Tra aprile e ottobre 2022 sono state arrestate in flagranza di reato tre persone e sono stati sequestrati 4,7 chili di marijuana, 2,1 chili di hashish, 700 grammi di cocaina pura e più di 9 mila euro. Nel corso delle perquisizioni i carabinieri hanno rinvenuto anche il libro mastro in cui venivano indicati i nomi dei fornitori e degli acquirenti con tutte le cifre dettagliate, soprattutto dei debitori che bisognava “convincere” a pagare. Sono stati accertati cinque episodi estorsivi attraverso cui “gli indagati - viene ricostruito - avrebbero recuperato le somme di denaro per le dosi precedentemente cedette a credito”.

I nomi degli arrestati

In carcere:
Filippo Traina, nato a Palermo, 36 anni,
Francesco D’India, nato a Palermo e residente a Casteldaccia, 46 anni;
Riccardo Rubino, nato a Palermo, 42 anni;

Ai domiciliari
Enrico Bologna, nato a Palermo, 30 anni;
Ignazio Sandro Carollo, nato a Palermo, 41 anni;
Emanuele Ivan Adestri, nato a Palermo e residente a Casteldaccia, 31 anni;
Michele Rubino, nato a Palermo e residente a Bagheria, 56 anni;
Onofrio Pedone, nato a Palermo e residente a Casteldaccia, 51 anni;

Obbligo di dimora
R. P., nata a Palermo ma residente a Casteldaccia, 29 anni;
F. F. G., nato a Bagheria, 56 anni;
G. S., nato a Firenze e residente a Bagheria, 22 anni;
M. T., nato a Savigliano e residente a Casteldaccia, 22 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga, otto arresti tra Casteldaccia e Palermo: sequestrato anche un "libro mastro" con cifre e nomi

PalermoToday è in caricamento