Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Droga nel carcere di San Cataldo, arrestato un agente penitenziario: coinvolti pure 4 palermitani

Operazione Black and white chocolate. Lo stupefacente veniva consegnato dalla moglie e dai figli, tutti residenti in provincia di Palermo, di un uomo detenuto nell'istituto che si trova in provincia di Caltanissetta. Sequestrato un cellulare utilizzato per mantenere i contatti con l'esterno

La droga veniva consegnata direttamente in carcere in provinca di Caltanissetta, a un agente della polizia penitenziaria che a sua volta la affidava a un detenuto che poi si occupava di spacciarla. Gli agenti della polizia penitenziaria hanno eseguito questa mattina un’ordinanza del gip che ha disposto il carcere nei confronti di uomo già detenuto e i domiciliari per altre quattro persone, tra le quali un poliziotto in servizio presso l’istituto penitenziario di San Cataldo. Sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio e commercio di sostanze stupefacenti, corruzione e utilizzo illecito di telefoni cellulari all’interno del carcere.

L’operazione "Black and white chocolate" è frutto dell’attività d’indagine coordinata dalla Procura di Caltanissetta ed eseguita dagli agenti del Nucleo investigativo regionale con il supporto del Nucleo traduzione e piantonamenti, del Provveditorato regionale amministrazione penitenziaria e del Reparto dell'istituto nisseno. L’attività ha “permesso di accertare - si legge in una nota - che l’assistente capo della polizia penitenziaria (S.C.M. le iniziali), dietro compenso di denaro, provvedeva a introdurre illecitamente sostante stupefacenti. Il detenuto Z.S. si occupava della commercializzazione e delle richieste di rifornimenti”.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori la droga veniva consegnata dalla moglie e ai due figli di un detenuto, residenti nel Palermitano, al poliziotto corrotto in occasione delle visite. “Le attività tecniche - si legge ancora - hanno consentito di acquisire ulteriori elementi di prova in ordine agli episodi corruttivi e di individuare tutti i soggetti che hanno preso parte all’attività illecita tra cui anche altri quattro soggetti tre detenuti a San Cataldo e un palermitano, tutti indagati a piede libero nell’ambito del procedimento penale”. Sequestrato anche un cellulare utilizzato da uno degli indagati per mantenere i contatti con l’esterno.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga nel carcere di San Cataldo, arrestato un agente penitenziario: coinvolti pure 4 palermitani

PalermoToday è in caricamento