Cronaca Falsomiele

Amianto, mercurio e carcasse di cavallo: discarica abusiva a Falsomiele

La montagna di rifiuti è stata sorvegliata per mesi, effettuando perizie con tanto rilievi dall'alto. I rifiuti potrebbero aver inquinato le falde acquifere, a poche centinaia di metri dalle abitazioni. Quattro gli arresti eseguiti dai carabinieri

Falsomiele, scoperta grossa discarica abusiva

Trovata una discarica abusiva con tonnellate di rifiuti tra i palazzi del quartiere Falsomiele. Alle prime ore dell'alba i carabinieri hanno eseguito quattro arresti emesse dal gip nei confronti di altrettante persone a cui viene contestata la realizzazione e gestione di una discarica non autorizzata, a poche centinaia di metri dalle abitazioni. La zona è stata controllata per mesi, dopo numerose perizie con tanto di rilievi fatti dall'alto, per capire quanto fosse estesa la montagna di rifiuti.

VIDEO: LE IMMAGINI E LE INTERCETTAZIONI

I provvedimenti sono stati applicati nei confronti di Salvatore Ribaudo, 53 anni, e del figlio Claudio, 25 anni, che sono finiti in carcere. Agli arresti domiciliari Francesco Ginex, 46 anni mentre a V.R., 29 anni, è stato imposto il divieto di dimora.

Nell'area, priva di qualunque protezione per il terreno, venivano abbandonati rifiuti pericolosi e non, tra cui amianto, mercurio ed anche la carcassa di un cavallo. Tutta roba interrata sopra una falda acquifera che rifornisce i pozzi dei terreni agricoli vicini. Durante l'operazione sono stati sequestrati beni aziendali per un ammontare complessivo di circa 1 milione di euro. Si attendono inoltre i risultati di alcuni accertamenti disposti dalla Procura della Repubblica, commissionati per appurare l'eventuale inquinamento delle falde acquifere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto, mercurio e carcasse di cavallo: discarica abusiva a Falsomiele

PalermoToday è in caricamento