Cronaca

Gesip, fermata la "frangia violenta": arrestati tre dipendenti

In manette coloro i quali sono stati ritenuti promotori, capi ed organizzatori di blocchi stradali e ferroviari, nonché dell'occupazione di alcuni uffici comunali. Sono accusati di interruzione di servizio pubblico e resistenza a pubblico ufficiale

Manifestazioni Gesip (foto archivio)

Fermata la "frangia violenta" dei manifestanti Gesip. Tre dipendenti dell'azienda di servizi del Comune sono stati arrestati dalla Digos su disposizione del gip palermitano perché ritenuti promotori, capi ed organizzatori di violente manifestazioni di protesta non autorizzate, sfociate nell'interruzione di pubblico servizio e nella resistenza a pubblico ufficiale. In carcere è finito il 55enne pregiudicato Giacomo Giaconia, mentre agli arresti domiciliari sono finiti Salvatore Spatola (51 anni) e Francesco Madonia (55 anni), anch'essi pregiudicati. (IL VIDEO DEI DISORDINI)

Gli episodi, accaduti tra il 2011 ed il 2013, sarebbero stati incardinati nel contesto della vertenza Gesip, ed i tre avrebbero incarnato la frangia più violenta dei manifestanti che, con la violenza e la coercizione, avrebbe turbato le trattative e le relazioni industriali tra le parti sociali in causa. Blocchi stradali con conseguente interruzione del traffico, violente occupazioni di uffici comunali e della sede stessa della Gesip e blocco dei tren.

Sono stati questi gli "strumenti - dicono i magistrati - ripetutamente agitati come clave dai violenti sulle trattative per il rinnovo dei contratti dei dipendenti della partecipata". La richiesta della Procura della Repubblica è a firma del procuratore aggiunto Leonardo Agueci e dei sostituti Ferrara e Bologna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gesip, fermata la "frangia violenta": arrestati tre dipendenti

PalermoToday è in caricamento