Borseggi a Mondello, donne sole nel mirino: due uomini finiscono in carcere

Gaspare Spinelli e Melchiorre Sferruggia sono stati arrestati in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare. Fondamentali per le indagini l'analisi dei video ripresi da alcune telecamere e la perquisizione in casa dei due uomini residenti allo Zen

Il frame di uno dei video analizzati dalla polizia

Dopo essere stati denunciati per alcuni borseggi a Mondello per due uomini di 44 e 42 anni si sono aperte le porte del carcere Pagliarelli. La polizia ha arrestato ieri mattina Gaspare Spinelli e Melchiorre Sferruggia in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare richiesta dalla Procura di Paermo ed emessa dal giudice per le indagini preliminari Michele Guarnotta nei confronti dei due per alcuni episodi di furto aggravato commessi il 12 e il 25 maggio scorsi.

Le immagini di uno dei borseggi | VIDEO

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori del commissariato Mondello e dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico i due, residenti allo Zen, si piazzavano tra le stradine di Mondello e attendevano il passaggio di qualche donna sola in auto e che avesse la borsa poggiata sul sedile lato passeggero. Poi, approfittando del momento in cui le automobiliste facevano manovra per parcheggiare, le avrebbero derubate prima di fuggire a bordo di uno scooter senza che la vittima potesse accorgersi di nulla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall’analisi dei video ripresi da alcune telecamere e dalle successive indagini però, i poliziotti sono riusciti a rintracciare e denunciare i due uomini. "L’attenta visione delle immagini - ricostruiscono dalla Questura - ha consentito di notare una coppia di giovani che, muniti di mascherina anti Covid, erano soliti pedinare alcune automobili". A nulla sarebbero serviti gli espedienti di utilizzare le mascherine o di coprire la targa del ciclomotore con uno scaldacollo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Due giorni dopo l’ultimo furto i poliziotti, ricostruiscono dalla Questura, hanno individuato in lungomare Cristoforo Colombo e fermato due uomini che viaggiavano in sella a uno scooter bianco, un Honda Sh300. "Le successive perquisizioni personali e domiciliari hanno consentito di accertare la disponibilità di capi di abbigliamento ed accessori del tutto simili a quelli indossati ed utilizzati nel corso dei colpi. Inoltre, sotto la sella del motociclo, è stato rinvenuto uno scaldacollo blu con strisce nere utilizzato dagli autori dei delitti per coprire la targa del veicolo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento