rotate-mobile
Cronaca Balestrate / Lungomare Felice d'Anna

L'omicidio di Balestrate, svolta nelle indagini sulla morte di Trovato: fermato un trentenne

A indicarlo ai carabinieri sarebbero stati alcuni ragazzi, presenti quella sera a una festa nel lungomare Felice D'Anna, che avrebbero assistito all'accoltellamento. Il provvedimento, però, deve ancora superare il vaglio del gip che dovrà decidere se convalidare e applicare eventuali misure cautelari

Sarebbe stato indicato da altri ragazzi che quella sera avrebbero assistito alla lite, avvenuta in un lido di Balestrate, che poi ha portato alla morte di Vincenzo Trovato, ferito gravemente alla gamba, con un coltello o una bottiglia di vetro, e morto dissanguato. E’ stato emesso il provvedimento di fermo per un ragazzo di 30 anni originario della Lombardia, G. I., indagato per l’omicidio di un 22enne di Trappeto, deceduto nella notte tra giovedì e venerdì, prima ancora che potesse arrivare dalla guardia medica del paese all’ospedale di Partinico.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri il delitto sarebbe maturato tra le 2 e le 3 di venerdì, nel lungomare Felice D’Anna. Trovato e il trentenne avrebbero avuto una discussione subito degenerata, durante o poco dopo la serata in un lido alla quale avevano partecipato entrambi. Ancora da chiarire il movente, legato forse a qualche ragazza o a un battibecco avvenuto in pista. Dalle parole sarebbero passati ai fatti e durante la colluttazione il ragazzo poi fermato avrebbe colpito il 22enne alla gamba. Sarà l'autopsia a stabilire se con una lama o una bottiglia di vetro.

L'ultima storia su Instagram e le immagini dal lungomare

A quel punto Trovato, con una profonda ferita che avrebbe interessato anche l’arteria femorale, sarebbe stato accompagnato da alcuni amici alla guardia medica di via Gilberto, dove sono arrivati anche i suoi familiari. A causa del taglio il ragazzo aveva già perso molto sangue, tanto da non riuscire a sopravvivere al trasporto verso l’ospedale Civico. Davanti alla guardia medica sono intervenuti i militari della compagnia di Partinico che hanno avviato le indagini ed eseguito i rilievi, riuscendo qualche ora dopo a rintracciare un ragazzo diventato il sospettato numero uno.

Sino ad ora non sarebbe stata recuperata l’arma del delitto e sembra che non ci siano video che inchiodino il trentenne ma, tra il racconto di alcuni amici presenti alla serata e altri riscontri tecnici, gli investigatori potrebbero già aver chiuso il cerchio. Bisognerà capire quali elementi sono stati indicati nel provvedimento di fermo del trentenne che oggi dovrà passare il vaglio del gip, il cui compito sarà di analizzare gli indizi a suo carico e stabilire eventuali misure cautelari da applicare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'omicidio di Balestrate, svolta nelle indagini sulla morte di Trovato: fermato un trentenne

PalermoToday è in caricamento