Cronaca

Faceva esplodere i bancomat per poi "ripulirli": arrestato palermitano

In manette un 42enne: era stato già sorpreso nel maggio 2016 al largo delle coste spagnole con 500 chili di cocaina in barca. Gli assalti sono stati messi a segno in varie località del Centro-Nord Italia

E' ritenuto responsabile di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti ai danni di sportelli bancomat, fabbricazione, detenzione e porto illegale di esplosivi e riciclaggio in concorso. I carabinieri del nucleo investigativo di Bologna hanno arrestato un 42enne palermitano, considerato il leader di una banda di criminali dedita ad assalti a sportelli Atm in varie località del Centro-Nord Italia. Insieme a lui sono state denunciate 4 persone.

Il palermitano era già a domiciliari perché aveva presumibilmente investito nel traffico di sostanze stupefacenti i proventi dei furti ai bancomat. Infatti nel maggio 2016 venne sorpreso al largo delle coste spagnole con un carico di 500 chili di cocaina. Completate le formalità di rito, il palermitano è stato portato in carcere a Bologna, a disposizione del giudice.

L’indagine aveva tratto spunto dall’arresto in flagranza di reato avvenuto a Moncalieri l’11 gennaio 2014 di due persone, che erano state sorprese pochi minuti dopo aver fatto esplodere uno sportello bancomat della locale filiale Unicredit. La banda aveva cercato di fuggire a bordo di un’Audi A6 ed una Porsche Carrera, poi intercettata sull’autostrada A21 e bloccata con a bordo due persone. La perquisizione a bordo aveva consentito di acquisire elementi utili per risalire agli altri membri della banda.

I carabinieri erano già sulle tracce di questi 'specialisti', ma con l’acquisizione dei nuovi indizi provenienti dal Piemonte, è stato possibile sviluppare una nuova indagine che ha consentito di identificare una banda di 5 persone di cui il palermitano costituiva il perno fondamentale e a cui è stato possibile attribuire la responsabilità di tre assalti ad altrettanti sportelli bancomat, avvenuti nel 2014 tra l’Emilia Romagna e le Marche.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Faceva esplodere i bancomat per poi "ripulirli": arrestato palermitano

PalermoToday è in caricamento