rotate-mobile
Cronaca

Finti carabinieri rubano nelle case, preso altro componente della banda

Arrestato un pregiudicato di 42 anni. Fingendosi militari dell'Arma si presentavano nelle abitazioni per eseguire false perquisizioni. Quattro i colpi messi a segno sempre con lo stesso metodo

Nuovo arresto nell'ambito dell'indagine sui finti carabinieri che simulando di dovere notificare atti giudiziari ed eseguire perquisizioni alla ricerca di stupefacenti, rubavano dalle case dei malcapitati denaro e gioielli. I carabinieri, quelli veri, hanno arrestato il pregiudicato G.B.C., 42 anni, ritenuto complice di G.G.L.C., 31 anni, già in carcere dal 7 novembre su ordine di custodia cautelare emesso dal gip del Tribunale. Rapina, truffa e sostituzione di persona ai danni di privati cittadini le accuse contestate.

Quattro i colpi messi a segno in vari quartieri per un bottino complessivo di circa 70 mila euro. Dalla prima abitazione in Fondo Marino, quartiere Oreto, dove era stata portata via la somma in contanti di circa 30 mila euro, dalla seconda in via Ludovico Bianchini, a Pallavicino, dove invece erano stati rubati diversi oggetti in oro, dalla terza in via Orazio Antinori, alla Zisa. Ad ottobre dei finti carabinieri entrarono in una casa di Aquino terrorizzando l’intera famiglia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finti carabinieri rubano nelle case, preso altro componente della banda

PalermoToday è in caricamento