rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Arpa Sicilia, la Fials: per garantire i controlli ambientali ok alle prestazioni extra

Via libera ai progetti per potenziare le attività di monitoraggio dell'Agenzia regionale per la protezione ambientale

Via libera ai progetti per potenziare le attività di monitoraggio e controllo ambientale dell’Arpa Sicilia. La Fials Confsal ha comunicato di avere già dato il proprio assenso per consentire, al bisogno, di espletare queste attività tramite i "progetti obiettivo". In sostanza a fronte di una grave carenza di personale, e dove non è possibile ricorrere agli straordinari, i dipendenti effettueranno attività extra attraverso apposite attività retribuite.

Lo scorso anno a inizio agosto, in un incontro coi vertici dell’Agenzia, la Fials aveva già acconsentito a realizzare progetti per svolgere attività che non sarebbe stato possibile effettuare nell’ambito dei normali orari contrattuali e neppure in lavoro straordinario. In particolare i progetti hanno interessato da settembre a dicembre 2021 Gela, Vulcano, la vigilanza dei rifiuti e i controlli fonometrici per la rilevazione dei rumori notturni così come richiesto dall’autorità giudiziaria. Il 14 febbraio scorso la Fials-Confsal ha chiesto una dettagliata rendicontazione di tutti i progetti sperimentali per comprendere l’effettiva utilità e attraverso quali fonti di finanziamento sono stati remunerati i lavoratori che vi hanno preso parte.

A riguardo ha avuto modo di appurare che grazie a queste attività sono stati svolti, sequestri, controlli, sopralluoghi e monitoraggi su impianti rifiuti, zone industriali e aree oggetto di inchiesta. Da qui il via libera alla prosecuzione. “In questi anni – afferma Enzo Munafò, segretario provinciale - la Fials-Confsal ha dimostrato sempre con i fatti di essere al fianco dei lavoratori, di tutelare le giuste retribuzioni e soprattutto i fondi contrattuali da continui tentativi per ridurre la media pro-capite, in un contesto che vede oggi sempre più penalizzati i professionisti di Arpa dagli aumenti dei prezzi e dei beni fondamentali a cui non hanno fatto mai seguito altrettanti aumenti stipendiali, riducendone il potere di acquisto. In attesa dell’esito del ricorso contro lo stop al concorso che avrebbe potenziato il personale, la Fials ha già dato il proprio assenso affinchè per il 2022 tali progetti e anche altri, laddove se ne ravvisasse la necessità, possano essere espletati in prestazioni aggiuntive da parte dei lavoratori in servizio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arpa Sicilia, la Fials: per garantire i controlli ambientali ok alle prestazioni extra

PalermoToday è in caricamento