Cronaca

Il ristorante con dentro un arsenale, scovato anche il secondo proprietario

Ci sono voluti alcuni giorni ma i carabinieri hanno arrestato anche il marito della proprietaria del locale All'Ancora, a Santa Flavia, dove alcuni giorni fa erano stati trovati diversi bossoli di proiettile calibro nove e confezioni di tappi per le orecchie utilizzate all'interno dei poligoni di tiro

Ristorante all'Ancora (Santa Flavia)

Ci sono voluti alcuni giorni ma i carabinieri hanno arrestato anche il marito della proprietaria del ristorante All’Ancora. Nel seminterrato della struttura di Santa Flavia lo scorso 20 luglio i carabinieri hanno ritrovato una stanza con le pareti totalmente insonorizzate con lastre di polistirolo, chiusa da una porta in legno anch'essa insonorizzata.

Dentro sono stati trovati diversi bossoli di proiettile calibro nove e confezioni di tappi per le orecchie utilizzate all'interno dei poligoni di tiro. Sono tuttora in corso gli accertamenti tecnici da parte dei carabinieri della sezione Investigazioni Scientifiche per cercare tracce ematiche o biologiche. L. C. T. B. M., nato a Santa Flavia, classe 1971, in quanto responsabile, in concorso con B. A. M. A., già tratta in arresto è stato, dunque, arrestato per i reati di detenzione illegale di armi e munizioni nonché ricettazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ristorante con dentro un arsenale, scovato anche il secondo proprietario

PalermoToday è in caricamento