Perquisizioni e rastrellamenti nelle case attorno Bosco Ficuzza: trovato fucile

Continuano i controlli straordinari da parte dei carabinieri nell'entroterra palermitano. A finire nei guai, in particolare, è stato un uomo di 52 anni. Ispezionate anche 11 aziende agricole nei comuni di Mezzojuso, Godrano, Campofelice di Fitalia e Corleone: contestate numerose violazioni

Il blitz dei carabinieri in una casa

Continuano i controlli straordinari da parte dei carabinieri intorno al bosco Ficuzza. A finire nei guai, in particolare, è stato un uomo di 52 anni, denunciato all’autorità giudiziaria poiché ritenuto responsabile dei reati di "omessa denuncia di armi alle autorità, trasporto armi senza la prevista autorizzazione e detenzione illegale di munizioni". L'uomo è stato inchiodato nel corso di una perquisizione operata all’interno della propria azienda. I carabinieri hanno scovato un fucile da caccia modello doppietta calibro 12 e del munizionamento calibro 16: il tutto non era stato denunciato.

Carabinieri a caccia di armi e droga: le perquisizioni | Video

Il servizio di controllo straordinario del territorio nelle aree rurali che ricadono nella riserva del bosco della Ficuzza, che va avanti ormai da una settimana con l’impiego di personale specializzato dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Sicilia” e dei carabinieri forestali, è stato disposto dal comando provinciale di Palermo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda gli aspetti sanitari sono state controllate 11 aziende zootecniche e agricole dei comuni di Mezzojuso, Godrano, Campofelice di Fitalia e Corleone. "Sono state contestate numerose violazioni amministrative per un totale di oltre 1.500 euro - hanno spiegato dal comando provinciale dei carabinieri - per mancanza di microchip identificativo di animali e per detenzione di animali non registrati". Durante i controlli sono state "rastrellate" alcune aree rurali e perquisite diverse abitazioni.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento