Sporcizia e siringhe in un'area vicino alla scuola Rita Atria, interviene il Comune

Personale di Coime e Rap in azione in vicolo Gran cancelliere. Il vicepresidente della prima circoscrizione, Nicolao: "Al rientro della ricorrenza dei defunti i bambini troveranno più sicurezza"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Dopo il blitz della polizia arriva la sinergica messa in sicurezza di un'area in vicolo Gran cancelliere. Alla presenza della preside della scuola Rita Atria (ex Turrisi Colonna), il Coime ha effettuato la messa in sicurezza nell’area adiacente la scuola posizionando delle reti elettrosaldate e coordinato per le stesse problematiche gli analoghi interventi in via Venezia e in via Bari ex vespasiano qualche mese addietro.

"L’intervento si è reso indispensabile e urgente - dice il vicepresidente della prima circoscrizione, Antonio Nicolao - al fine di evitare il continuo bivacco dentro la struttura da parte di ignoti considerato che bastava piegare con estrema facilità una parte di lamiera che faceva da ringhiera per accedere all’interno dell’area verde dove è presente un rudere sporco degradato e in totale stato di abbandono. Una situazione che creava paura a tutto il personale della scuola ma soprattutto poteva esporre al pericolo i piccoli studenti vista la presenza di materiale riconducibile all’uso di sostanze stupefacenti come siringhe. Adesso auspico che la polizia municipale, a seguito della mia nota, possa identificare i proprietari al fine di intimargli la necessaria bonifica per ristabilire le minime condizioni igienico sanitarie. Soprattutto perchè la stessa è confinante con l’atrio della scuola in questione. Non potevamo permettere che i nostri bambini - conclude Nicolao - rischiassero di pungersi con qualche siringa abbandonata o vivessero con la paura di transitare in un vicolo a rischio. La Rap ha effettuato lo spazzamento dell'area esterna".

Torna su
PalermoToday è in caricamento