Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca Tribunali-Castellammare / Via Roma

L'arcivescovo Lorefice prega con Biagio Conte: "No all'indifferenza"

Il missionario laico da mercoledì scorso sta dormendo sotto i portici delle Poste centrali per accendere i riflettori sull'emergenza poveri. L'arcivescovo è andato a fargli visita e gli ha dato la Comunione

L'arcivescovo Corrado Lorefice questa mattina ha fatto visita a Biagio Conte. Il missionario laico, fondatore della Missione Speranza e Carità, da cinque notti dorme al freddo, sotto ai portici delle Poste centrali in via Roma per accendere i riflettori sul tema dei senzatetto. L'Arcivescovo è andato a trovarlo per portargli un po' di calore umano, dargli la Comunione e pregare con lui.

In una lettera rivolta alla città Conte ha invitato i palermitani a non essere distaccati verso i bisogni degli ultimi perché l’indifferenza può uccidere. “Vivo un profondo disagio: non riesco a essere tranquillo, non dormo - scrive il missionario laico - e non riesco nemmeno a mangiare, sapendo che ancora ad oggi tante persone vivono per strada. Tante famiglie sono sfrattate e non hanno la casa, tante persone non hanno un lavoro. La forte indifferenza e il profondo egoismo ancora oggi è molto diffuso e mi inducono a rispondere al male con bene”.

Tanti i senzatetto morti negli ultimi mesi in un angolo di strada, l'ultima vittima a piazza XXIII Vittime il giorno di Capodanno. "Questi morti - scrive l'arcidiocesi di Palermo sul sito - sono la prova che qualcosa non va, che le ingiustizie sociali stanno relegando ai margini uomini soli, famiglie con figli, anziani, nell’indifferenza generale". 
 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'arcivescovo Lorefice prega con Biagio Conte: "No all'indifferenza"

PalermoToday è in caricamento