Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Due sogni realizzati in un giorno, si laurea in Architettura insieme alla figlia

Domenico Tagliareni aveva abbandonato gli studi più di 30 anni fa. Poi nel 2009 si è iscritto all'Università con Federica studiando insieme fino al giorno della proclamazione. "E' stata un'esperienza eccezionale"

Domenico Tagliareni e la figlia Federica

Due sogni realizzati in un sol giorno: vedere la figlia laureata e diventare "dottore" lui stesso. Non sappiamo se è stato il più bello della sua vita, ma sicuramente martedì 25 febbraio è un giorno che Domenico Tagliareni non scorderà mai. Lui e Federica, 54 e 23 anni, si sono laureati insieme in Scienze dell’Architettura. Il coronamento di un percorso iniziato insieme nell’estate del 2009.

Il “geometra Tagliareni” aveva dovuto abbandonare gli studi perché subito dopo il diploma perse entrambi i suoi genitori. E così l’università ha dovuto lasciare spazio al lavoro. “E infatti – racconta Federica al Giornale di Sicilia - non appena ha finito di esporre la sua tesi ha subito pensato a sua madre e a suo papà che gli avevano organizzato una grande festa quando si era diplomato”.

I suoi genitori lo hanno guardato orgogliosi da lassù. Invece nell’Aula magna, dopo la proclamazione, ad applaudire lui e Federica c’erano la moglie e decine di parenti. Il neo dottore ha ottenuto un 106 discutendo una tesi su un intervento di riqualificazione e manutenzione di un edificio residenziale di Palermo. Un palazzo di cui si era già occupato, durante il lavoro di tutti i giorni, e per il quale ha ipotizzato una nuova tipologia di restyling.

Il massimo dei voti (110 e lode) invece per la figlia. Conquistato con una tesi di gruppo redatta insieme ad altre due colleghe, sulla ventilazione naturale di una parte della facoltà di Architettura. “E' stato eccezionale – racconta Federica - lui è una persona riservata, all’inizio ha avuto qualche titubanza, poi è andato come un treno”.

Anche il percorso prima della laurea è andato liscio, con Domenico che ha sempre rispettato le esigenze di spazi della figlia. “Durante questi anni – dice Federica - ha anche seguito i corsi con frequenza obbligatoria, ma è sempre stato discreto, poco invadente, cercava di non studiare nel mio gruppo. Poi però, la sera a casa, ci aiutavamo a vicenda”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due sogni realizzati in un giorno, si laurea in Architettura insieme alla figlia

PalermoToday è in caricamento