rotate-mobile
Cronaca

Favorita, centro e campo Nomadi Comune: parte l'"operazione decoro"

Palazzo delle Aquile dà l'ok al piano da 2,4 milioni: un progetto articolato, diviso in 11 punti per interventi straordinari di pulizia in città, affidato a Rap e riadattato anche in "chiave Unesco". Occhio di riguardo per le discariche abusive

Il Comune dà l'ok all'"operazione decoro". Un progetto articolato, diviso in 11 punti per interventi straordinari di pulizia in città, affidato a Rap e dal costo complessivo di circa 2,4 milioni di euro. Il Piano è stato approvato: prenderà forma nei prossimi due mesi e prevede una serie di operazioni permanenti ed alcuni interventi “una tantum”. Un occhio di riguardo per i turisti per i patrimoni da tutelare in "chiave Unesco". Una delegazione verrà infatti a Palermo per valutare la candidatura dell'itinerario arabo Normanno. L’Unesco vuole che i monumenti siano protetti, e che attorno a loro siano costituite “zone di rispetto”, attrezzate a tutti gli effetti. In particolare sono previsti i seguenti interventi e servizi: 

- task force per pulizia straordinaria: un gruppo di 25 addetti, supportato da autocarro con gru e autocarri con pianali e cassoni incaricato della raccolta di rifiuti ingombranti su strada e pulizia e diserbo di aree pubbliche; 

- rimozione rifiuti abbandonati, le cosiddette discariche abusive, con avvio a smaltimento differenziato dei rifiuti, ove possibile. I lavori saranno condotti anche con impiego di pala meccanica e saranno seguiti dalla pulizia del sedime delle aree interessate; 

- ripasso pomeridiano di svuotamento cestini e pulizia aree a maggiore valenza turistica. Tali aree sono quelle inserite nel piano per l’adozione da parte dell’Unesco e i relativi assi di collegamento transitati dai turisti, nonché le aree di comune maggior transito turistico come l’ingresso del Porto; 

- rimozione rifiuti dalle strade asfaltate carrabili ed interne della riserva della Favorita. Sono comprese anche le aree dei “belvedere”, la Spianata Sacra Grotta e la via Padre Cascini con il belvedere finale. Il servizio proposto prevede la presenza costante di quattro autocarri a vasca con operatori che intervengono giornalmente nella Riserva; 

- rimozione rifiuti nelle aree interne della riserva della Favorita, con 40 operai supportati da sei mezzi mobili, con la raccolta dei rifiuti e la relativa differenziazione ove possibile; 

-  rimozione rifiuti nelle aree circostanti i Cantieri culturali della Zisa, con tre operatori fissi; 

- raccolta e recupero di imballaggi in cartone nelle aree esterne a quella servita da “Palermo differenzia”; le aree servite saranno quelle a maggiore concentrazione di attività economiche lungo gli assi principali e il cartone sarà conferito alle piattaforme del Comieco per il riciclo. 

- raccolta/recupero e avvio a smaltimento differenziato di ingombranti e Raee in scuole e uffici comunali. Sarà svolto in particolare per la rimozione di vecchio mobilio e per lo svuotamento di magazzini che in atto ospitano apparecchiature elettroniche dismesse non recuperabili; 

- smaltimento di rifiuti ingombranti e rifiuti mercatali, presso le piattaforme autorizzate, anche a seguito delle ordinanze del Commissario Straordinario per i rifiuti che ha vietato lo smaltimento a Bellolampo; si prevede di smaltire complessivamente 1.44 tonnellate di rifiuti e conferirli in modo differenziato;  - servizio di raccolta e smaltimento ramaglie e fiori. Per ottimizzare il servizio di cura e manutenzione del verde, si ricorrerà ad un supporto per la raccolta e lo smaltimento, con il trasporto fino alle piattaforme autorizzate per il trattamento di questa tipologia di rifiuti. 

Sono infine previsti tre interventi “una tantum” nell’area di Villa Trabia (dove è in corso una profonda azione di manutenzione e pulizia del parco, che ha portato alla produzione di grandi quantitativi di rifiuti); la pulizia straordinaria di tre aree con la presenza di grosse discariche (contrada Lanzirotti Bagnasco, via Fichidindia e via Trabucco) ed infine un intervento straordinario nell’area del Campo Nomadi alla Favorita. 

Il sindaco, Leoluca Orlando, ha commentato così: “Sempre più si sta riportando a regolarità il sistema della pulizia della città, ma ancora è necessario che vi siano interventi straordinari per eliminare alcune criticità. E’ ovvio che questo richiede uno sforzo dell’Amministrazione in termini economici ed è altrettanto ovvio che serve che i cittadini comprendano l’importanza di mantenere nel tempo questi interventi, tutelando le aree ripulite e contrastando qualsiasi forma di comportamento incivile che ha un costo sociale altissimo per tutta la collettività”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Favorita, centro e campo Nomadi Comune: parte l'"operazione decoro"

PalermoToday è in caricamento